O T H E R F O R M A Z I O N E
O T H E R   F O R M A Z I O N E

Catalogo Corsi Formazione 2018

L'Associazione OTHER per il 2018 ha in programma i seguenti corsi di formazione professionale per diverse tematiche e necessità. I corsi verranno tenuti nelle sedi apposite localizzate nella provincia di Lecce a seconda le necessità di aula.

Verifica se vi è tra questi un corso a Te dedicato o per la Tua Azienda e contattaci per maggiori informazioni.

 

Tali corsi possono essere finanziati tramite l'avviso 2-2018 di Fondoprofessioni.

L’avviso 02/18 finanzia la partecipazione ad attività formative a catalogo accreditate per un importo complessivo di € 1.000.000,00 (unmilione/00). Ogni Studio/Azienda può partecipare a più di un’attività formativa individuale a catalogo, per un contributo pari all’ 80% dell’imponibile I.V.A. di ogni singola iniziativa, fino ad un valore complessivo massimo di € 1.500,00 (millecinquecento/00) di contributo.

 

 

INDICE:

 

1.CORSO PER RESPONSABILITÀ SOCIALE DI IMPRESA

2.CORSO PER LA PIANIFICAZIONE E IL CONTROLLO DI GESTIONE

3.CORSO PER ESPERTO GARE DI APPALTO

4.CORSO PER SEGRETARIA D’AZIENDA E MANSIONI AMMINISTRATIVE

5.CORSO PER GESTIONE DELLA CONTABILITÀ E BUSTE PAGA

6.CORSO PER ESPERTO DI RELAZIONI CON GLI ISTITUTI FINANZIARI

7.CORSO PER ESPERTO MARKETING E PIANIFICAZIONE COMMERCIALE

8.CORSO PER PATENTINO FRIGORISTI

9.CORSO PER ADDETTI ALLA CONDUZIONE DI PIATTAFORME ELEVABILI

10.CORSO PER ADDETTI ALLA CONDUZIONE DI CARRELLI SEMOVENTI CON CONDUCENTE A BORDO

11.CORSO PER MONTAGGIO/SMONTAGGIO E TRASFORMAZIONE DEI PONTEGGI

12.CORSO PER ADDETTI ALLA CONDUZIONE DI GRU PER AUTOCARRO

13.CORSO PER LA CONDUZIONE DI IMPIANTI TERMICI

14.CORSO DI INGLESE PER IL TURISMO (E.F.T. – English For Tourism)

15.CORSO PER COORDINATORE DI SALDATURA

16.CORSO PER SISTEMI AVANZATI DI RECUPERO STRUTTURALE IN CAMPO EDILE

17.INFORMAZIONE E FORMAZIONE BASE SULLA SICUREZZA (RISCHIO ALTO)

18.PES-PAV-PEI PER LAVORI ELETTRICI

19.RAPPRESENTANTE DEI LAVORATORI SULLA SICUREZZA (RLS)

20.RESPONSABILE PER LA PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI (D.P.O.)

21.MANAGER PRIVACY

22.PRIVACY SPECIALIST

 

 

 

 

 

CORSO PER RESPONSABILITÀ SOCIALE DI IMPRESA

Destinatari

Il corso è rivolto a figure del management aziendale, a dirigenti, quadri, consulenti, Responsabili del Servizio di Prevenzione e Protezione, tecnici ed operatori dipendenti,  impegnati in organizzazioni semplici o complesse, pubbliche o private, profit e no profit.

 

Obiettivi:

Il corso si propone di fornire una conoscenza preliminare della UNI ISO 26000, indispensabile per valutare le aree di maggiore impatto strategico su cui costruire i più idonei modelli organizzativi e di responsabilità sociale. La lettura di riferimenti quali la SA8000 ed il DLgs 231/01 permette inoltre di evidenziare gli ambiti più prossimi alla rendicontazione sociale, area interna alla responsabilità sociale, con ricadute di grande impatto gestionale e comunicativo.

 

Contenuti e durata moduli:

Il corso di 24 ore tratterà i seguenti contenuti:

  • Il contesto culturale di  riferimento
  • I contenuti della ISO 26000
  • Termini, definizioni e principi
  • Temi fondamentali ed aspetti principali
  • Il processo di stakeholder engagement
  • La catena di fornitura e la salute e sicurezza sul lavoro
  • L'integrazione nelle organizzazioni
  • La UNI ISO 26000:2010 e gli altri strumenti di Responsabilità Sociale
  • La SA 8000 e la UNI ISO 26000:2010
  • Il D.Lgs. 231/01 e la UNI ISO 26000:2010
  • Le sinergie con modelli organizzativi e gestionali
  • Un modello di gestione etica di impresa

 

Metodologia e materiale didattico:

Aula. Lezione frontale. Attività di gruppo. Discussione e confronto. Role play.

Al termine verrà rilasciata una documentazione completa in forma cartacea e di CD-Rom con i contenuti del corso e la normativa di riferimento.

 

Durata complessiva del corso e calendario di riferimento:

Il corso ha una durata complessiva di 24 ore, tra parte teorica e parte di esercitazioni di gruppo.

Si svolgerà a partire del mese di luglio-settembre 2018 previe adesioni.

 

Numero partecipanti previsti

Il numero minimo di partecipanti è pari a 5, mentre il numero massimo è pari a 15 per ogni edizione.

 

Attestato di partecipazione

L’attestato di partecipazione verrà rilasciato dalla struttura solo dopo aver effettuato almeno il 70% delle ore previste.

 

Costo

Il costo per tale corso è pari a € 1.800,00 + IVA. Il pagamento dovrà avvenire tramite bonifico bancario o assegno bancario.

 

 

 

 

 

 

CORSO PER LA PIANIFICAZIONE E IL CONTROLLO DI GESTIONE

Destinatari

Il corso è rivolto a figure del management aziendale, a dirigenti, quadri, consulenti, amministrativi  dipendenti di aziende e strutture del settore profit e non profit.

 

Obiettivi:

L’obiettivo principale è quello di conoscere i concetti di base del controllo di gestione e comprendere come sia possibile implementare, attraverso un approccio pratico e semplice, un sistema di controllo di gestione pensato “su misura” per la propria azienda, utilizzando molte informazioni già presenti.

Il corso si concentrerà in particolare sulla definizione di un sistema di controllo volto al monitoraggio di alcune variabili fondamentali per la PMI, proponendo un modello di controllo a “basso impatto” in termini di costi organizzativi per la sua implementazione e gestione

 

Contenuti e durata moduli:

Il corso di 24 ore tratterà i seguenti contenuti:

  • Pianificazione strategica e controllo di gestione
  • Gli strumenti del controllo di gestione
  • Dai budget di settore al budget generale d’impresa
  • La mappa delle responsabilità
  • I costi aziendali per le decisioni operative: direct costing e full costing
  • La contabilità analitica e i centri di costo
  • L’analisi degli scostamenti e le azioni correttive
  • Il reporting direzionale
  • Il rendiconto finanziario
  • Gli indicatori di performance
  • Le scelte di convenienza economica: make or buy e outsourcing
  • Il rapporto fra controllo di gestione, marketing e sistemi di qualità
  • Esercitazioni pratiche con utilizzo di Excel

 

Metodologia e materiale didattico:

Aula. Lezione frontale. Attività di gruppo. Discussione e confronto. Role play.

Al termine verrà rilasciata una documentazione completa in forma cartacea e di CD-Rom con i contenuti del corso e la normativa di riferimento.

 

Durata complessiva del corso e calendario di riferimento:

Il corso ha una durata complessiva di 24 ore, tra parte teorica e parte di esercitazioni individuali e di gruppo.

Si svolgerà a partire del mese di luglio-settembre 2018 previe adesioni.

 

Numero partecipanti previsti

Il numero minimo di partecipanti è pari a 5, mentre il numero massimo è pari a 15 per ogni edizione.

 

Attestato di partecipazione

L’attestato di partecipazione verrà rilasciato dalla struttura solo dopo aver effettuato almeno il 70% delle ore previste.

 

Costo

Il costo per tale corso è pari a € 1.800,00 + IVA. Il pagamento dovrà avvenire tramite bonifico bancario o assegno bancario.

 

 

 

 

 

 

CORSO PER ESPERTO GARE DI APPALTO

Destinatari

Il corso è destinato a dipendenti amministrativi che con gli imprenditori desiderino ricevere chiarimenti in merito agli aspetti essenziali del contratto, ivi compresi gli obblighi imposti dal Testo Unico Sicurezza e le responsabilità a cui vanno incontro durante e dopo il periodo contrattuale, per tutti gli appalti e le committenze in ambito pubblico.

 

Obiettivi:

Il contratto d’appalto negli ultimi anni ha rivestito un’importanza fondamentale per tutti coloro che operano nel settore, sia pubblico che privato, anche in virtù delle nuove procedure telematiche che si stanno sempre più adottando in questo campo. Il corso ha l’obiettivo di illustrare ai partecipanti diritti e obblighi derivanti dal contratto d’appalto, responsabilità solidale tra committente, appaltatore e subappaltatore ed obblighi di sicurezza imposti dal Testo Unico sulla Sicurezza. Il docente esporrà le clausole indispensabili da inserire in un contratto d’appalto, per permettere di visionare e comprendere in modo autonomo i testi dei contratti che vengono sottoposti per la firma.

 

Contenuti e durata moduli:

Il corso di 20 ore tratterà i seguenti contenuti:

  • Definizione e elementi essenziali del Contratto di Appalto
  • Il corrispettivo
  • Variazioni dell’opera
  • Principali differenze tra: Appalto privato e Appalto pubblico
  • Appalto e lavoro subordinato
  • Appalto e prestazione d’opera
  • Vizi e Difetti
  • Prescrizione e Decadenza
  • Subappalto
  • Obblighi in materia di sicurezza
  • Sanzioni
  • Consigli utili per una corretta redazione del contratto d’appalto
  • Le nuove procedure di appalto telematico e via web
  • Casi di studio

 

Metodologia e materiale didattico:

Aula. Lezione frontale. Attività di gruppo. Discussione e confronto. Role play. Esercitazione pratiche e casi di studio.

Al termine verrà rilasciata una documentazione completa in forma cartacea e di CD-Rom con i contenuti del corso e la normativa di riferimento.

 

Durata complessiva del corso e calendario di riferimento:

Il corso ha una durata complessiva di 20 ore, tra parte teorica e parte di esercitazioni individuali e di gruppo.

Si svolgerà a partire del mese di luglio-settembre 2018 previe adesioni.

 

Numero partecipanti previsti

Il numero minimo di partecipanti è pari a 5, mentre il numero massimo è pari a 15 per ogni edizione.

 

Attestato di partecipazione

L’attestato di partecipazione verrà rilasciato dalla struttura solo dopo aver effettuato almeno il 70% delle ore previste.

 

Costo

Il costo per tale corso è pari a € 1.500,00 + IVA. Il pagamento dovrà avvenire tramite bonifico bancario o assegno bancario.

 

 

 

 

 

CORSO PER SEGRETARIA D’AZIENDA E MANSIONI AMMINISTRATIVE

Destinatari

Il corso è destinato a segretari/e e assistenti di direzione di piccole e medie imprese e/o di studi professionali

 

Obiettivi:

Fornire le giuste metodologie e gli strumenti adeguati per far svolgere il lavoro di segreteria e di attività amministrative in modo efficace ed efficiente, sia in relazione alle aziende di riferimento che in contatto e collaborazione con i consulenti e studi professionali collegati. Questo permetterà di ottimizzare procedure, tempistiche, efficienze e quindi costi/benefici di tale funzione amministrativa.

 

Contenuti e durata moduli:

Il corso di 40 ore tratterà i seguenti contenuti:

  • Definizione delle mansioni, ruoli e responsabilità dell'assistente della segreteria amministrativa
  • Obiettivi e funzioni della Segretaria in relazione agli obiettivi della propria azienda o studio professionale
  • Organizzazione del proprio tempo e calendarizzazione degli impegni e delle priorità
  • Organizzazione di archivi informatici e cartacei
  • Pianificazione e organizzazione di meeting, riunioni di lavoro, conferenze
  • Preparazione di un viaggio di lavoro (mezzi di trasporto, itinerari, alloggio, ecc.)
  • Ricerca e reperimento ottimale di informazioni su internet e su altri strumenti di ricerca (reale e virtuale)
  • Navigazione sulla rete all'interno dei principali motori di ricerca e utilizzo della posta elettronica per comunicazioni interne ed esterne
  • Gestione del tempo: analisi delle cause di difficoltà nella pianificazione temporale (eccesso del carico di lavoro, inadeguata ripartizione del tempo, ecc.)
  • Pianificazione e programmazione delle proprie attività, gestione degli imprevisti e problem solving
  • L’importanza della comunicazione interpersonale e la comunicazione efficace
  • I principi base della comunicazione, i canali e le varie fasi del processo comunicativo
  • La gestione dei rapporti interpersonali, sia all'interno dell'ufficio che con soggetti esterni (clienti, colleghi, visitatori, ecc.)
  • Tecniche e modalità della comunicazione (trasmissione di messaggi, privacy, dati sensibili, conoscenza e comprensione degli interlocutori, ecc.)

 

Metodologia e materiale didattico:

Aula. Lezione frontale. Attività di gruppo. Discussione e confronto. Role play. Esercitazione pratiche e casi di studio.

Al termine verrà rilasciata una documentazione completa in forma cartacea e di CD-Rom con i contenuti del corso e la normativa di riferimento.

 

Durata complessiva del corso e calendario di riferimento:

Il corso ha una durata complessiva di 40 ore, tra parte teorica e parte di esercitazioni individuali e di gruppo.

Si svolgerà a partire del mese di luglio-settembre 2018 previe adesioni.

 

Numero partecipanti previsti

Il numero minimo di partecipanti è pari a 5, mentre il numero massimo è pari a 15 per ogni edizione.

 

Attestato di partecipazione

L’attestato di partecipazione verrà rilasciato dalla struttura solo dopo aver effettuato almeno il 70% delle ore previste.

 

Costo

Il costo per tale corso è pari a € 1.800,00 + IVA. Il pagamento dovrà avvenire tramite bonifico bancario o assegno bancario.

.

 

 

 

 

CORSO PER GESTIONE DELLA CONTABILITÀ E BUSTE PAGA

Destinatari

Il corso è destinato ad operatori e dipendenti di imprese e settore no profit per la gestione degli adempimenti sulla contabilità aziendale e  le buste paga dei dipendenti e collaboratori.

 

Obiettivi:

Fornire le giuste metodologie e gli strumenti adeguati per far svolgere il lavoro di contabilità, prima nota e consulenza del lavoro interna in modo efficace ed efficiente, sia nelle aziende di riferimento che presso i consulenti e gli studi dei commercialisti e/o di consulenza del lavoro e fiscale. Questo permetterà di ottimizzare procedure, tempistiche, efficienze e quindi costi/benefici di tale funzione contabile all’interno delle aziende o studi.

 

Contenuti e durata moduli:

Il corso di 40 ore tratterà i seguenti contenuti:

  • I principi base della contabilità
  • Bilancio ed altri documenti contabili (norme, redazione, principi, prassi)
  • La partita doppia e le variazioni finanziarie ed economiche
  • Gli indici di bilancio e la loro analisi
  • Le diverse tipologie di impresa (ditte individuali, società di persone, società di capitali, settore no profit, ecc)
  • Differenza tra imposte, tasse e contributi
  • Imposte dirette e indirette, calcolo dell'imposta IRPEF, IRE ed IRES
  • L’IVA e le sue applicazioni
  • La predisposizione della dichiarazione periodica IVA, Le comunicazioni da effettuare a CCIAA, UFFICIO ENTRATE, INPS E INAIL
  • Predisposizione dei registri e libri obbligatori ai fini delle imposte dirette e indirette
  • Corrispettivi, ricevute, fatture ed altri documenti di emissione/ricezione in ambito commerciale
  • Compilazione della prima nota cassa e banche
  • Cenni sulle principali voci di costo legate al personale dipendente
  • Le tipologie contrattuali
  • La costituzione del rapporto di lavoro
  • Il lavoro subordinato (costituzione del rapporto di lavoro,elementi di retribuzione, ritenute previdenziali, retribuzioni ai fini fiscali, contributi INPS e INAIL, orario di lavoro, gerarchie)
  • Tecniche di retribuzione e contribuzione
  • Quantificazione degli elementi retributivi legali e contrattuali nel periodo di paga
  • Imponibile previdenziale ed oneri contributivi del dipendente, imponibile fiscale e ritenute fiscali del dipendente da operare nel periodo di paga e nel momento del conguaglio
  • Anticipazione, da parte del datore di lavoro, per conto dell'INPS, dell'indennità di malattia, diritti alla relativa percezione e modalità di quantificazione
  • Tassazione separata, cenni sulla tassazione del TFR
  • Adempimenti annuali (compilazioni dei vari modelli : CUD, modello 770 e 730, ecc)

 

Metodologia e materiale didattico:

Aula. Lezione frontale. Attività di gruppo. Discussione e confronto. Role play. Esercitazione pratiche e casi di studio.

Al termine verrà rilasciata una documentazione completa in forma cartacea e di CD-Rom con i contenuti del corso e la normativa di riferimento.

 

Durata complessiva del corso e calendario di riferimento:

Il corso ha una durata complessiva di 40 ore, tra parte teorica e parte di esercitazioni individuali e di gruppo.

Si svolgerà a partire del mese di luglio-settembre 2018 previe adesioni.

 

Numero partecipanti previsti

Il numero minimo di partecipanti è pari a 5, mentre il numero massimo è pari a 15 per ogni edizione.

 

Attestato di partecipazione

L’attestato di partecipazione verrà rilasciato dalla struttura solo dopo aver effettuato almeno il 70% delle ore previste.

 

Costo

Il costo per tale corso è pari a € 1.800,00 + IVA. Il pagamento dovrà avvenire tramite bonifico bancario o assegno bancario.

 

 

 

 

CORSO PER ESPERTO DI RELAZIONI CON GLI ISTITUTI FINANZIARI

Destinatari

Il corso è destinato a commercialisti dipendenti di studi professionali, consulenti del lavoro, addetti di uffici fiscali e di uffici amministrativi di aziende, ragionieri, consulenti fiscali e addetti alle relazioni pubbliche e al settore finanza.

 

Obiettivi:

Fornire le giuste metodologie e gli strumenti adeguati per conoscere norme, procedure e strumenti per la negoziazione finanziaria con istituti di credito, organismi di finanziamento, fundraising, anche in virtù dei recenti protocolli nel rapporto tra banche e imprese definito da Basilea 2 e seguenti.

 

Contenuti e durata moduli:

Il corso di 40 ore tratterà i seguenti contenuti:

  • Analizzare le conseguenze dell’accordo nei rapporti banca e impresa
  • I principali finanziatori pubblici e privati per le imprese
  • I criteri di classificazione delle aziende in base al loro livello di rischio per le banche
  • Analizzare le poste di bilancio fondamentali per l’attribuzione del rating aziendale da parte degli istituti di credito
  • Riclassificare un bilancio sulla base dei parametri di Basilea 2 e determinare il rating aziendale
  • Accordo Basilea 2: Requisiti Patrimoniali Minimi che devono rispettare le banche, Controllo Prudenziale sul sistema, Disciplina di mercato
  • Sistema di rating interno alle banche: probabilità di inadempienza (PD), tasso di perdita in caso di inadempienza (LGD), esposizione al momento dell'inadempienza (EAD), scadenza effettiva (M)
  • Analisi degli equilibri: Equilibrio Patrimoniale (corretto utilizzo delle fonti di capitale), Equilibrio Finanziario (rapporti di indebitamento contenuto), Equilibrio Economico (margini adeguati per soddisfare le attese di remunerazione)
  • Trend di Sviluppo (variazioni nel tempo)
  • Analisi della dinamica d’impresa: il Capitale Investito Operativo, il Margine Operativo Netto, le Fonti di Capitale, il Costo delle Fonti di Capitale
  • Esercitazione: Come riclassificare e presentare un bilancio

 

Metodologia e materiale didattico:

Aula. Lezione frontale. Attività di gruppo. Discussione e confronto. Role play. Esercitazione pratiche e casi di studio.

Al termine verrà rilasciata una documentazione completa in forma cartacea e di CD-Rom con i contenuti del corso e la normativa di riferimento.

 

Durata complessiva del corso e calendario di riferimento:

Il corso ha una durata complessiva di 40 ore, tra parte teorica e parte di esercitazioni individuali e di gruppo.

Si svolgerà a partire del mese di luglio-settembre 2018 previe adesioni.

 

Numero partecipanti previsti

Il numero minimo di partecipanti è pari a 5, mentre il numero massimo è pari a 15 per ogni edizione.

 

Attestato di partecipazione

L’attestato di partecipazione verrà rilasciato dalla struttura solo dopo aver effettuato almeno il 70% delle ore previste.

 

Costo

Il costo per tale corso è pari a € 1.800,00 + IVA. Il pagamento dovrà avvenire tramite bonifico bancario o assegno bancario.

 

 

 

 

 

CORSO PER ESPERTO MARKETING E PIANIFICAZIONE COMMERCIALE

Destinatari

Il corso è destinato responsabili ed impiegati aziendali nel settore commerciale, di servizi e addetti al contatto con i clienti.

 

Obiettivi:

Analizzare e supportare le aziende nei processi di pianificazione delle strategie di marketing, di analisi del mercato, della pianificazione della rete e dei canali commerciali. Collaborare attivamente con il management nelle decisioni inerenti i prodotti, mercati e i processi da implementare per migliorare il business dell’aziende e le prospettive di sviluppo della stessa. Saper comunicare e conoscere i propri clienti.

 

Contenuti e durata moduli:

Il corso di 40 ore tratterà i seguenti contenuti:

  • La definizione di marketing moderno
  • I fattori esterni ed interni all'azienda
  • Il Marketing come metodologia di analisi dei problemi
  • Obiettivi e finalità dell'azione di Marketing
  • Il Marketing strategico e il marketing mix (prodotto, distribuzione, prezzo, promozione)
  • La pianificazione di Marketing
  • Le strategie di Marketing ed il risultato economico
  • L'Azienda e il mercato
  • L'analisi delle opportunità per l'Azienda
  • La segmentazione e i target
  • Capacità/possibilità di dialogare con la struttura e con l’alta direzione aziendale per sviluppare una politica di potenziamento commerciale
  • Il team building e la cultura del gruppo
  • La cultura ed i valori aziendali
  • I rapporti gruppo/individuo e individuo /gruppo
  • Il gruppo e le funzioni - Il gruppo finalizzato alla risoluzione dei problemi
  • La comunicazione all'interno del gruppo
  • Modelli di relazione e cooperazione
  • Stili e comportamenti organizzativi
  • Gli stili di leadership
  • La comunicazione all'interno delle organizzazioni
  • La comunicazione e la promozione commerciale
  • Casi di studio

 

Metodologia e materiale didattico:

Aula. Lezione frontale. Attività di gruppo. Discussione e confronto. Role play. Esercitazione pratiche e casi di studio.

Al termine verrà rilasciata una documentazione completa in forma cartacea e di CD-Rom con i contenuti del corso e la normativa di riferimento.

 

Durata complessiva del corso e calendario di riferimento:

Il corso ha una durata complessiva di 40 ore, tra parte teorica e parte di esercitazioni individuali e di gruppo.

Si svolgerà a partire del mese di luglio-settembre 2018 previe adesioni.

 

Numero partecipanti previsti

Il numero minimo di partecipanti è pari a 5, mentre il numero massimo è pari a 15 per ogni edizione.

 

Attestato di partecipazione

L’attestato di partecipazione verrà rilasciato dalla struttura solo dopo aver effettuato almeno il 70% delle ore previste.

 

Costo

Il costo per tale corso è pari a € 1.800,00 + IVA. Il pagamento dovrà avvenire tramite bonifico bancario o assegno bancario.

 

 

 

CORSO PER PATENTINO FRIGORISTI

 

Destinatari

I soggetti interessati a tale tipo di attestazione e patentino sono i dipendenti di imprese di installazione di impianti i quali operano su macchinari e impianti indicati nel DPR 43/2012 e specificati dal Regolamento 303/2008 (Regolamento della Commissione Europea di esecuzione della 842/2006).

 

Obiettivi:

l’obiettivo del corso è fornire una certificazione abilitante per gli impiantisti e per coloro che svolgono le seguenti attività su apparecchiature fisse di refrigerazione, condizionamento d'aria e pompe di calore che contengono gas fluorurati ad effetto serra (Categoria I):

1) controllo delle perdite dalle applicazioni contenenti almeno 3 kg di gas fluorurati ad effetto serra e dalle applicazioni

contenenti almeno 6 kg di gas fluorurati ad effetto serra dotate di sistemi ermeticamente sigillati, etichettati come tali;

2) recupero di gas fluorurati ad effetto serra;

3) installazione;

4) manutenzione o riparazione;

Il profilo tecnico/professionale della figura del frigorista prevede il possesso di competenze certificate da una prova di esame teorica e pratica, come da requisiti minimi previsti nel regolamento CE 303/2008, per lo svolgimento delle seguenti operazioni: controllo delle perdite, recupero gas, installazione, manutenzione o riparazione di apparecchiature fisse di refrigerazione, condizionamento d'aria e pompe di calore contenenti gas fluorurati. Tali mansioni derivano dal regolamento precedente, il 842/2006 (in vigore dal 4 luglio 2007), il quale stabilisce requisiti specifici per le varie fasi dell’intero ciclo di vita dei gas fluorurati, dalla produzione sino a fine vita. Ne consegue che sono interessati dal regolamento vari soggetti coinvolti nel ciclo di vita dei gas fluorurati, tra cui produttori, importatori ed esportatori di tali gas, nonché fabbricanti e importatori di taluni prodotti e apparecchiature contenenti F-gas e operatori delle apparecchiature.

Al termine del corso è previsto necessariamente un esame, il quale superato consentirà a tutti i tecnici del freddo di maneggiare il gas refrigerante utilizzato in tutti gli impianti di refrigerazione, condizionamento e pompe di calore

 

Contenuti e durata moduli:

Unità formativa 1 – Elementi di termodinamica e refrigeranti (8 ore)

- Cenni di fisica di base, termodinamica, unità di misura nei circuiti frigoriferi e concetti di base dei circuiti frigoriferi.

- Cenni sui componenti di un circuito frigorifero e loro utilizzo.

- Normative e conoscenze di base sui cambiamenti climatici.

- Impatto dei refrigeranti e loro corretta gestione.

- Installazione, messa in servizio e manutenzione dei componenti di un circuito frigorifero.

 

Unità formativa 2 – Componenti del circuito frigorifero (8 ore)

- Installazione, controllo, messa in servizio e manutenzione di Compressori Alternativi – Rotativi – Scroll - Vite.

- Installazione, controllo, messa in servizio e manutenzione di Condensatori ad Aria o Acqua.

- Installazione, controllo, messa in servizio e manutenzione di Evaporatori ad Aria o Acqua.

- Installazione, controllo, messa in servizio e manutenzione di organi di laminazione e di altri componenti.

 

Unità formativa 3 – Gestione e uso di macchinari contenenti gas fluorurati (8 ore)

- Controlli preliminari alla messa in servizio e durante il servizio.

- Strumentazione, lettura, comprensione e utilizzo.

- Valutazione delle perdite in maniera indiretta e diretta e valutazione dei potenziali punti di perdita.

- Gestione delle fasi di installazione e messa in servizio di un sistema.

- Gestione delle fasi di vuoto carica e recupero del gas.

- Allestimento di una tubazione a tenuta ermetica in un impianto di refrigerazione

 

Metodologia e materiale didattico:

E’ previsto l’utilizzo delle seguenti modalità formative: lezioni frontali in aula, dove ci sarà stretto contatto tra docente e dipendente partecipante; esercitazioni pratiche individuali e collettive, per un’analisi comparativa e di valutazione attitudinale concreta circa il grado di assimilazione e di competenze acquisite con la parte teorica;

Gli strumenti formativi che verranno utilizzati saranno:

- videoproiettore

- personal computer con i vari software e programmi

- strumenti e attrezzature analoghe a quelle utilizzate nelle situazioni lavorative di riferimento

 

Al termine verranno rilasciate delle dispense sui contenuti e argomenti trattati, sia in formato cartaceo che in formato Cd-Rom.

 

Durata complessiva del corso e calendario di riferimento:

Il corso ha una durata complessiva di 24 ore, tra parte teorica e parte pratica.

Si svolgerà a partire del mese di luglio-settembre 2018 previe adesioni.

 

Numero partecipanti previsti

Il numero minimo di partecipanti è pari a 5, mentre il numero massimo è pari a 15 per ogni edizione.

 

Il corso è propedeutico al rilascio di un patentino specifico per la qualità di “frigorista”, il quale deve essere espletato ed organizzato secondo le direttive e le norme previste dal DPR 43/2012, dove si indica quali sono le competenze da avere e da conseguire come requisiti minimi. La prova di esame finale deve essere organizzata e gestita secondo principi di trasparenza e tracciabilità delle procedure e consentirà, al termine, il rilascio dell’attestato da parte dell’Ente Certificatore accreditato presso l’Organismo unico di ACCREDIA.

 

Attestato di partecipazione

L’attestato di partecipazione verrà rilasciato dalla struttura solo dopo aver effettuato almeno il 90% delle ore previste.

 

Costo

Il costo per tale corso è pari a € 1.800,00 + IVA. Il pagamento dovrà avvenire tramite bonifico bancario o assegno bancario.

 

 

 

 

 

 

 

CORSO PER ADDETTI ALLA CONDUZIONE DI PIATTAFORME ELEVABILI

 

Destinatari

Il corso per Addetto alla Conduzione di Piattaforme Aeree (max 35 q / 25 m) è rivolto a lavoratori di imprese, con idoneità psico-fisica alla mansione dichiarata dal datore di lavoro ed avente un’ età minima di anni 18 ed in possesso di patente di guida categoria B. Inoltre è rivolto a tutte i dipendenti che utilizzato piattaforme di lavoro aereo (PLE verticale, PLE autocarrata su veicolo promiscuo, PLE semovente a braccio).

 

Obiettivi:

Con l’Accordo Stato Regioni del 22/02/2012 sono state individuate le attrezzature di lavoro per le quali è richiesta una specifica abilitazione degli operatori nonché le modalità per il riconoscimento di tale abilitazione. La proposta formativa risponde alle finalità conformi ai contenuti dell’Accordo suddetto, terminato il corso, previo il superamento delle verifiche previste, è possibile conseguire l’attestato di abilitazione all’uso delle stesse. Il corso si propone d’offrire opportunità per valorizzare il capitale umano attraverso la formazione tecnico-professionalizzante; realizzare azioni di sostegno allo sviluppo della competitività d'impresa e della conoscenza delle persone; ampliare la base dei beneficiari e dei destinatari coinvolti nella formazione. Essendo che ogni macchinario, anche se di funzionamento complesso, è più facile e agevole da usare se lo si conosce bene, e per questo formare un addetto alla conduzione di macchinario significa anche rendere consapevole il corsista che una macchina ben progettata è difficilmente pericolosa, ma può diventarlo se chi la utilizza non ne conosce il funzionamento e non è consapevole dei rischi causati da un uso non corretto della stessa. Attraverso una specifica ed idonea formazione, la conduzione della macchina, la protezione del carico (movimentazione in sicurezza) e la sicurezza degli addetti circostanti, dipendono dall’abilità di guida e dalla responsabilità personale dell’operatore.

Quindi nell’ambito dell’attività lavorativa le macchine possono diventare pericolose per il conducente e per gli altri se non si rispettano precise norme di sicurezza e di comportamento.

La legge (art. 36 e 37 del D.Lgs 81/08) impone al datore di lavoro l’obbligo di informare e di formare in modo adeguato i lavoratori circa la sicurezza, la salute e le misure di prevenzione e protezione da adottare in relazione all’attività dell’impresa e con riferimento particolare al ruolo e alle mansioni specifiche di ogni singola maestranza. Il percorso formativo proposto offre pertanto, ai lavoratori che conducono questi macchinari, l’opportunità di acquisire le necessarie conoscenze e competenze concernenti lo svolgimento in sicurezza delle fasi di manovra del macchinario e di carico e scarico. Il corso permette inoltre di conseguire nozioni generali sui rischi, sui mezzi di prevenzione e protezione e sui dispositivi di protezione individuale. La formazione dei singoli dipendenti consentirà alla stessa impresa, soprattutto se di tipo micro o piccola, di avere nei medesimi soggetti un valido e costante riferimento, nel caso di specie opportunamente certificate.

 

Contenuti e durata moduli:

Modulo giuridico - normativa (4 ore): Presentazione del corso. Cenni di normativa generale in materia dì igiene e sicurezza del lavoro con particolare riferimento ai lavoli in quota ed all'uso di attrezzature di lavoro per lavori in quota (O.Lgs. n. 81/2008). Responsabilità dell'operatore.

Modulo teorico-tecnico (8 ore): Categorie di PLE. Componenti strutturali. Dispositivi di comando e di sicurezza. Controlli da effettuare prima dell'utilizzo. OPI specifici da utilizzare con le PLE. Modalità di utilizzo in sicurezza e rischi. Procedure operative di salvataggio.

Modulo pratico per PLE che operano su stabilizzatori (4 ore): Individuazione dei componenti strutturali: sistemi di stabilizzazione, livellamento, telaio, torretta girevole, struttura a pantografo/braccio elevabile, piattaforma e relativi sistemi di collegamento. Dispositivi di comando e di sicurezza. Controlli pre-utilizzo. Controlli prima del trasferimento su strada. Pianificazione del percorso. Posizionamento della PLE sul luogo di lavoro. Esercitazioni di pratiche operative. Simulazioni di movimentazioni della piattaforma in quota. Manovre dì emergenza. Messa a riposo della PLE a fine lavoro. Modalità di ricarica delle batterie in sicurezza (per PLE munite di alimentazione a batterie).

Modulo p-fatico per PLE che possono operare senza stabilizzatori (4 ore): Individuazione dei componenti strutturali. Dispositivi di comando e dì sicurezza. Controlli pre-utilìzzo. Pianificazione del percorso. Movimentazione e posizionamento della PLE. Esercitazioni di pratiche operative. Manovre di emergenza. Messa a riposo della PLE a fine lavoro. Modalità di ricarica delle batterie in sicurezza (per PLE munite di alimentazione a batterie).

Modulo pratico ai fini dell'abilitazione all'uso sia di PLE con stabilizzatori che di PLE senza stabilizzatori (4 ore): Individuazione dei componenti strutturali. Dispositivi di comando e di sicurezza. Controlli pre-utilizzo. Controlli prima del trasferimento su strada. Pianificazione del percorso. Movimentazione e  posizionamento della PLE. Spostamento della PLE sul luogo di lavoro, posizionamento stabilizzatori e livellamento. Esercitazioni di pratiche operative. Simulazioni di movimentazioni della piattaforma in quota. Manovre dì emergenza. Messa a riposo della PLE a fine lavoro. Modalità di ricarica delle batterie in sicurezza (per PLE munite di alimentazione a batterie).

 

 

 

 

Metodologia e materiale didattico:

La modalità formativa “aula” mira al coinvolgimento del corsista in ogni fase del percorso, sia teorico che pratico, per favorire la trasferibilità piena delle nozioni affrontate, favorire le migliori condizioni per assimilare le capacità operative e il saper fare.

Gli strumenti formativi che verranno utilizzati saranno:

- videoproiettore per la proiezione di slide

- eventuali utensili da lavoro

- computer

- schede cartacee per esercitazioni e verifiche

Inoltre per questo modulo saranno considerare le indicazioni contenute previsti dall’articolo 73, comma 4 del D.Lgs. n.

81/2008, l’utilizzo di PLE:

A tali fini è necessario:

a) garantire un equilibrio tra lezioni frontali, valorizzazione e confronto delle esperienze in aula, nonché lavori di gruppo, nel rispetto del monte ore complessivo e di ciascun modulo, laddove possibile con il supporto di materiali anche multimediali;

b) favorire metodologie di apprendimento basate sul problem solving, applicate a simulazioni e problemi specifici, con

particolare attenzione ai processi di valutazione e comunicazione legati alla prevenzione.

 

Al termine verranno rilasciate delle dispense sui contenuti e argomenti trattati, sia in formato cartaceo che in formato Cd-Rom.

 

Durata complessiva del corso e calendario di riferimento:

Il corso ha una durata complessiva di 24 ore, tra parte teorica e parte pratica.

Si svolgerà a partire del mese di luglio-settembre 2018 previe adesioni.

 

Numero partecipanti previsti

Il numero minimo di partecipanti è pari a 5, mentre il numero massimo è pari a 15 per ogni edizione.

Al termine del modulo pratico avrà luogo una prova pratica di verifica finale, consistente nell'esecuzione di almeno 3 delle prove previste (PLE con stabilizzatori che di PLE senza stabilizzatori ) come da indicazioni inserite nell'Accordo Stato Regioni del 22/02/2012. La frequenza è obbligatoria e per il rilascio dell’attestato è necessario che ciascun corsista abbia frequentato almeno il 90% del monte ore e superato le prove di verifica. Al termine del percorso formativo è previsto il rilascio della certificazione/patentino per “Addetti alla conduzione di piattaforme di lavoro elevabili (PLE)”.

 

Attestato di partecipazione

L’attestato di partecipazione verrà rilasciato dalla struttura solo dopo aver effettuato almeno il 90% delle ore previste e successivamente validato dall’Ente Certificatore AIFES.

 

Costo

Il costo per tale corso è pari a € 1.800,00 + IVA. Il pagamento dovrà avvenire tramite bonifico bancario o assegno bancario.

 

 

 

 

 

 

 

 

CORSO PER ADDETTI ALLA CONDUZIONE DI CARRELLI SEMOVENTI CON CONDUCENTE A BORDO

 

Destinatari

Il corso è rivolto a lavoratori di imprese, con idoneità psico-fisica alla mansione di carrellista dichiarata dal datore di lavoro ed avente un’età minima di anni 18 ed in possesso di patente di guida categoria B. Inoltre è rivolto a tutte le persone che utilizzato carrelli semoventi, operatori di trans pallet manuali ai carrelli elevatori frontali a contrappeso.

 

Obiettivi:

Con l’Accordo Stato Regioni del 22/02/2012 sono state individuate le attrezzature di lavoro per le quali è richiesta una specifica abilitazione degli operatori nonché le modalità per il riconoscimento di tale abilitazione. La proposta formativa risponde alle finalità conformi ai contenuti dell’Accordo suddetto, terminato il corso, previo il superamento delle verifiche previste, è possibile conseguire l’attestato di abilitazione all’uso delle stesse. Il corso si propone d’offrire opportunità per valorizzare il capitale umano attraverso la formazione tecnico-professionalizzante; realizzare azioni di sostegno allo sviluppo della competitività d'impresa e della conoscenza delle persone; ampliare la base dei beneficiari e dei destinatari coinvolti nella formazione. Essendo che ogni macchinario, anche se di funzionamento complesso, è più facile e agevole da usare se lo si conosce bene, e per questo formare un addetto alla conduzione di macchinario significa anche rendere consapevole il corsista che una macchina ben progettata è difficilmente pericolosa, ma può diventarlo se chi la utilizza non ne conosce il funzionamento e non è consapevole dei rischi causati da un uso non corretto della stessa. Attraverso una specifica e idonea formazione, la conduzione della macchina, la protezione del carico (movimentazione in sicurezza) e la sicurezza degli addetti circostanti, dipendono dall’abilità di guida e dalla responsabilità personale dell’operatore.

La legge (art. 36 e 37 del D.Lgs 81/08) impone al datore di lavoro l’obbligo di informare e di formare in modo adeguato i lavoratori circa la sicurezza, la salute e le misure di prevenzione e protezione da adottare in relazione all’attività dell’impresa e con riferimento particolare al ruolo e alle mansioni specifiche di ogni singola maestranza. Il percorso formativo proposto offre pertanto, ai lavoratori che conducono questi macchinari, l’opportunità di acquisire le necessarie conoscenze e competenze concernenti lo svolgimento in sicurezza delle fasi di manovra del macchinario e di carico e scarico. Il corso permette inoltre di conseguire nozioni generali sui rischi, sui mezzi di prevenzione e protezione e sui dispositivi di protezione individuale. La formazione dei singoli dipendenti consentirà alla stessa impresa, soprattutto se di tipo micro o piccola, di avere nei medesimi soggetti un valido e costante riferimento per le specifiche attività di cantiere, nel caso di specie opportunamente certificate

 

Contenuti e durata moduli:

Modulo 1 – Giuridico – Normativo 4 ore

-Presentazione dei corso. Cenni di normativa generale in materia di igiene e sicurezza del lavoro con particolare riferimento alle disposizioni di legge in materia di uso delle attrezzature di lavoro (D.Lgs. n. 81/2008). Responsabilità dell’operatore.

Modulo 2 - tecnico 8 ore

Tipologie e caratteristiche dei vari tipi di veicoli per il trasporto interno: dai transpallet manuali ai carrelli elevatori frontali a contrappeso.

Principali rischi connessi all’impiego di carrelli semoventi: caduta del carico, rovesciamento, ribaltamento, urti delle persone con il carico o con elementi mobili del carrello, rischi legati all’ambiente (ostacoli, linee elettriche, ecc.), rischi legati all’uso delle diverse forme di energia (elettrica, idraulica, ecc.).

Nozioni elementari di fisica: nozioni di base per la valutazione dei carichi movimentati, condizioni di equilibrio di un corpo. Stabilità (concetto del baricentro del carico e della leva di primo grado). Linee di ribaltamento. Stabilità statica e dinamica e influenza dovuta alla mobilità del carrello e dell’ambiente di lavoro (forze centrifughe e d'inerzia). Portata del carrello elevatore.

Tecnologia dei carrelli semoventi: terminologia, caratteristiche generali e principali componenti. Meccanismi, loro caratteristiche, loro funzione e principi di funzionamento.

Componenti principali: forche e/o organi di presa (attrezzature supplementari, ecc.). Montanti di sollevamento (simplex - duplex - triplex - quadruplex - ecc., ad alzata libera e non). Posto di guida con descrizione del sedile, degli organi di comando (leve, pedali, piantone sterzo e volante, freno di stazionamento, interruttore generale a chiave, interruttore d'emergenza), dei dispositivi di segnalazione (clacson, beep di retromarcia, segnalatori luminosi, fari di lavoro, ecc.) e controllo (strumenti e spie dì funzionamento). Freni (freno di stazionamento e di servizio). Ruote e tipologie di gommature: differenze per i vari tipi di utilizzo, ruote sterzanti e motrici. Fonti di energia (batterie di accumulatori o motori endotermici). Contrappeso.

Sistemi di ricarica batterie: raddrizzatori e sicurezze circa le modalità di utilizzo anche in relazione all'ambiente.

Dispositivi di comando e di sicurezza: identificazione dei dispositivi di comando e loro funzionamento, identificazione dei dispositivi di sicurezza e loro funzione. Sistemi di protezione attiva e passiva.

Le condizioni di equilibrio: fattori ed elementi che influenzano la stabilità. Portate (nominale/effettiva). Illustrazione e lettura delle targhette, tabelle o diagrammi di portata nominale ed effettiva. Influenza delle condizioni di utilizzo sulle caratteristiche nominali di portata. Gli ausili alla conduzione (indicatori di carico e altri indicatori, ecc.).

Modulo 3 – pratico 4 ore

Contenuti:

  • Illustrazione, seguendo le istruzioni di uso del carrello, dei vari componenti e delle sicurezze.
  • Manutenzione e verifiche giornaliere e periodiche di legge e secondo quanto indicato nelle istruzioni di uso del carrello.
  • Guida del carrello su percorso di prova per evidenziare le corrette manovre a vuoto e a carico (corretta posizione sul carrello, presa dei carico, trasporto nelle varie situazioni, sosta del carrello, ecc.)

 

Metodologia e materiale didattico:

L’attività didattica sarà svolta in modalità aula, con metodo altamente interattivo, in modo da coinvolgere i partecipanti, sollecitarne l'interesse, favorire la discussione su casi pratici provenienti dalla loro esperienza. Ciò permetterà di adattare i contenuti del corso alle esigenze degli stessi partecipanti. Sono previste esercitazioni e prove pratiche conformemente a quanto indicato nell’Accordo Stato Regioni del 22/02/2012.

Nell’espletamento dei moduli teorici saranno utilizzati i seguenti strumenti didattici: videoproiettore; computer con collegamenti in rete. I materiali didattici utilizzati consisteranno in: slide esplicative; dispense; CD-Rom; testi delle esercitazioni e prove di gruppo ed individuali. Per quanto riguarda la realizzazione dell’attività pratica e le relative prove di verifica saranno allestiti appositi spazi idonei e saranno utilizzati carrelli semoventi in dotazione della Protezione Civile o dei Vigili del Fuoco e i Dispositivi di Protezione Individuale, alla presenza del docente e codocente.

Elemento qualificante delle modalità didattiche è rappresentato, in particolare, dall’azione di tutoring, che prevede la presenza del tutor d’aula per l’accompagnamento didattico, verifica e valutazione delle attività e dell’efficacia dei processi formativi.

 

Durata complessiva del corso e calendario di riferimento:

Il corso ha una durata complessiva di 16 ore, tra parte teorica e parte pratica.

Si svolgerà a partire del mese di luglio-settembre 2018 previe adesioni.

 

Numero partecipanti previsti

Il numero minimo di partecipanti è pari a 5, mentre il numero massimo è pari a 15 per ogni edizione.

 

Al termine del modulo pratico avrà luogo una prova pratica di verifica finale, consistente nell'esecuzione di almeno 2 delle prove previste come da indicazioni inserite nell'Accordo Stato Regioni del 22/02/2012. La frequenza è obbligatoria e per il rilascio dell’attestato è necessario che ciascun corsista abbia frequentato almeno il 90% del monte ore e superato le prove di verifica. Al termine del percorso formativo è previsto il rilascio della certificazione/patentino per “Addetti alla conduzione carrelli semoventi con conducente a bordo”.

 

Attestato di partecipazione

L’attestato di partecipazione verrà rilasciato dalla struttura solo dopo aver effettuato almeno il 90% delle ore previste e successivamente validato dall’Ente Certificatore AIFES.

 

Costo

Il costo per tale corso è pari a € 1.500,00 + IVA. Il pagamento dovrà avvenire tramite bonifico bancario o assegno bancario.

 

 

 

 

 

 

CORSO PER MONTAGGIO/SMONTAGGIO E TRASFORMAZIONE DEI PONTEGGI

 

Destinatari

Il corso è rivolto a lavoratori adulti di imprese preposti allo svolgimento di attività attinenti il montaggio, la trasformazione e lo smontaggio di ponteggi, come ad esempio:

  • Ponteggiatore
  • Pontiere edilizio
  • Pittori edili
  • Muratori
  • Installatori di impianti elettrici, pannelli fotovoltaici

 

Obiettivi:

Il decreto legislativo n. 81/2008 (Testo Unico sulla Sicurezza) introduce delle importanti norme per coloro che svolgono

attività che concernono l’esecuzione di lavori in quota (lavori di costruzione, manutenzione, riparazione, demolizione, conservazione, risana-mento, ristrutturazione o equipaggiamento, la trasformazione, il rinnovamento o lo smantellamento di opere fisse, permanenti o temporanee, in muratura, in cemento armato, in metallo, in legno o in altri materiali, comprese le linee e gli impianti

elettrici, le opere stradali, ferroviarie, idrauliche, marittime, idroelettriche, di bonifica, sistemazione forestale e di sterro). Nei lavori in quota, previsti soprattutto per la realizzazione di lavori edili o di ingegneria civile, devono essere adottate adeguate impalcature o ponteggi o idonee opere provvisionali o comunque precauzioni atte ad eliminare i pericoli di caduta di persone e di cose.

Il datore di lavoro assicura che i ponteggi siano montati, smontati o trasformati sotto la diretta sorveglianza di un preposto, a regola d’arte e conformemente al Pi.M.U.S. (Piano di Montaggio, Uso e Smontaggio), ad opera di lavoratori che hanno ricevuto una formazione adeguata e mirata alle operazioni previste.

Il percorso formativo proposto offre pertanto, ai lavoratori che eseguono lavori in quota, l’opportunità di acquisire le necessarie conoscenze e competenze concernenti lo svolgimento in sicurezza delle fasi di montaggio, smontaggio e gestione dei ponteggi. Il corso permette inoltre di conseguire nozioni generali sui rischi, sui mezzi di prevenzione e protezione e sui dispositivi di protezione individuale. La formazione dei singoli dipendenti consentirà alla stessa impresa, soprattutto se di tipo micro o piccola, di avere nei medesimi soggetti un valido e costante riferimento per le specifiche attività di cantiere, nel caso di specie opportunamente certificate

 

 

Contenuti e durata moduli:

Modulo giuridico - normativo (4 ore)

Legislazione generale di sicurezza in materia di prevenzione infortuni – Analisi dei rischi – Norme di buona tecnica e di buone prassi – Statistiche degli infortuni e delle violazioni delle norme nei cantieri; Titolo IV, capo II limitatamente ai "Lavori in quota" e Titolo IV, capo I "Cantieri"

 

Modulo tecnico (10 ore)

Piano di montaggio, uso e smontaggio in sicurezza (Pi.M.U.S.), autorizzazione ministeriale, disegno esecutivo, progetto

DPI anticaduta: uso, caratteristiche tecniche, manutenzione, durata e conservazione; Ancoraggi: tipologie e tecniche; Verifiche di sicurezza: primo impianto, periodiche e straordinarie

 

Modulo pratico (16 ore)

Montaggio-smontaggio-trasformazione di ponteggio a tubi e giunti (PTG)

Montaggio-smontaggio-trasformazione di ponteggio a telai prefabbricati (PTP)

Montaggio-smontaggio-trasformazione di ponteggio a montanti e traversi prefabbricati (PMTP)

Elementi di gestione prima emergenza – salvataggio

Verifica pratica

 

Metodologia e materiale didattico:

L’attività didattica sarà svolta in modalità aula, con metodo altamente interattivo, in modo da coinvolgere i partecipanti, sollecitarne l'interesse, favorire la discussione su casi pratici provenienti dalla loro esperienza. Ciò permetterà di adattare i contenuti del corso alle esigenze degli stessi partecipanti. Sono previste esercitazioni e prove pratiche. Le modalità formative mirano al coinvolgimento del corsista in ogni fase del percorso, sia teorico che pratico, per favorire la trasferibilità piena delle nozioni affrontate, favorire le migliori condizioni per assimilare le capacità operative e il saper fare. Queste modalità si riferiscono essenzialmente a due modelli: uno di lezioni frontali in aula, a stretto contatto tra docente e allievo; l’altra attraverso esercitazioni individuali e/o collettive, per un’analisi valutativa concreta circa il grado di assimilazione e di competenze acquisite con le lezioni.

Gli strumenti formativi che verranno utilizzati saranno: ponteggi con i relativi elementi necessari per il montaggio; dispositivi di protezione individuali. Inoltre per questo modulo saranno considerare le indicazioni contenute nel D.Lgs. 81/2008 (articolo 136 comma 8), ALLEGATO XXI “Accordo Stato, regioni e province autonome sui corsi di formazione per lavoratori addetti a lavori in quota”, ovvero: per quanto concerne la metodologia di insegnamento/apprendimento si concorda nel privilegiare le metodologie “attive”, che comportano la centralità dell’allievo nel percorso di apprendimento. A tali fine è necessario prevedere dimostrazioni e prove pratiche, nonché simulazione di gestione autonoma da parte del discente della pratica in cantiere. Inoltre, data la specificità della formazione, le prove pratiche e gli addestramenti dovranno essere effettuati in siti ove possano essere ricreate condizioni operative simili a quelle che si ritrovano sui luoghi di lavoro e che tengano conto della specifica tipologia di corso. Al termine verrà rilasciato un kit didattico in versione di dispense cartacee e CD-ROM.

 

 

Durata complessiva del corso e calendario di riferimento:

Il corso ha una durata complessiva di 30 ore, tra parte teorica e parte pratica.

Si svolgerà a partire del mese di luglio-settembre 2018 previe adesioni.

 

Numero partecipanti previsti

Il numero minimo di partecipanti è pari a 5, mentre il numero massimo è pari a 15 per ogni edizione.

 

Al termine del percorso formativo è previsto il rilascio della certificazione per “Addetto al montaggio e smontaggio ponteggi”. A tal fine la frequenza è obbligatoria e per il rilascio dell’attestato è necessario che ciascun corsista abbia frequentato almeno il 90% del monte ore e superato entrambi le prove di verifica.

Nello specifico, secondo quanto disposto nell’ambito del D.Lgs. 81/2008 (articolo 136 comma 8), ALLEGATO XXI “Accordo Stato, regioni e province autonome sui corsi di formazione per lavoratori addetti a lavori in quota”, al termine dei due moduli teorici si svolgerà una prima prova di verifica: un questionario a risposta multipla. Il superamento della prova, che si intende superata con almeno il 70% delle risposte esatte, consentirà il passaggio alla seconda parte del corso, quella pratica.

 

Attestato di partecipazione

L’attestato di partecipazione verrà rilasciato dalla struttura solo dopo aver effettuato almeno il 90% delle ore previste e successivamente validato dall’Ente Certificatore AIFES.

 

Costo

Il costo per tale corso è pari a € 1.800,00 + IVA. Il pagamento dovrà avvenire tramite bonifico bancario o assegno bancario.

 

 

 

 

 

 

 

CORSO PER ADDETTI ALLA CONDUZIONE DI GRU PER AUTOCARRO

Destinatari

Il corso è rivolto a lavoratori di imprese, con idoneità psico-fisica alla mansione dichiarata dal datore di lavoro ed avente un’ età minima di anni 18 ed in possesso di patente di guida categoria B. Inoltre è rivolto a tutte i dipendenti che utilizzato gru su autocarro (di marche e modelli diversi).

 

Obiettivi:

Con l’Accordo Stato Regioni del 22/02/2012 sono state individuate le attrezzature di lavoro per le quali è richiesta una specifica abilitazione degli operatori nonché le modalità per il riconoscimento di tale abilitazione. La proposta formativa risponde alle finalità conformi ai contenuti dell’Accordo suddetto, terminato il corso, previo il superamento delle verifiche previste, è possibile conseguire l’attestato di abilitazione all’uso delle stesse. Il corso si propone d’offrire opportunità per valorizzare il capitale umano attraverso la formazione tecnico-professionalizzante; realizzare azioni di sostegno allo sviluppo della competitività d'impresa e della conoscenza delle persone; ampliare la base dei beneficiari e dei destinatari coinvolti nella formazione. Essendo che ogni macchinario, anche se di funzionamento complesso, è più facile e agevole da usare se lo si conosce bene, e per questo formare un addetto alla conduzione di macchinario significa anche rendere consapevole il corsista che una macchina ben progettata è difficilmente pericolosa, ma può diventarlo se chi la utilizza non ne conosce il funzionamento e non è consapevole dei rischi causati da un uso non corretto della stessa. La legge (art. 36 e 37 del D.Lgs 81/08) impone al datore di lavoro l’obbligo di informare e di formare in modo adeguato i lavoratori circa la sicurezza, la salute e le misure di prevenzione e protezione da adottare in relazione all’attività dell’impresa e con riferimento particolare al ruolo e alle mansioni specifiche di ogni singola maestranza. Il percorso formativo proposto offre pertanto, ai lavoratori che conducono questi macchinari, l’opportunità di acquisire le necessarie conoscenze e competenze concernenti lo svolgimento in sicurezza delle fasi di manovra del macchinario e di carico e scarico. Il corso permette inoltre di conseguire nozioni generali sui rischi, sui mezzi di prevenzione e protezione e sui dispositivi di protezione individuale. La formazione dei singoli dipendenti consentirà alla stessa impresa, soprattutto se di tipo micro o piccola, di avere nei medesimi soggetti un valido e costante riferimento per le specifiche attività, nel caso di specie opportunamente certificate.

 

Contenuti e durata moduli:

Modulo giuridico - normativo (4 ore)

• Presentazione del corso. Cenni di normativa generale in materia di igiene e sicurezza del lavoro con particolare riferimento alle disposizioni di legge in materia di uso delle attrezzature di lavoro per le operazioni di movimentazione di carichi (D.Lgs. n. 81/2008). Responsabilità dell’operatore.

Modulo tecnico (4 ore)

• Terminologia, caratteristiche delle diverse tipologie dì gru per autocarro con riferimento alla posizione di installazione, loro movimenti e equipaggiamenti di sollevamento, modifica delle configurazioni in funzione degli accessori installati.

• Nozioni elementari di fisica per poter valutare la massa di un carico e per poter apprezzare le condizioni di equilibrio di un corpo, oltre alla valutazione dei necessari attributi che consentono il mantenimento dell’insieme gru con carico appeso in condizioni di stabilità.

• Condizioni di stabilità di una gru per autocarro: fattori ed elementi che influenzano la stabilità.

• Caratteristiche principali e principali componenti delle gru per autocarro.

• Tipi di allestimento e organi dì presa.

• Dispositivi di comando a distanza.

• Contenuti delle documentazioni e delle targhe segnaletiche in dotazione delle gru per autocarro.

• Utilizzo delle tabelle di carico fornite dal costruttore.

• Principi di funzionamento, di verifica e di regolazione dei dispositivi limitatori, indicatori, di controllo.

• Principi generali per il trasferimento, il posizionamento e la stabilizzazione.

• Modalità di utilizzo in sicurezza e rischi: analisi e valutazione dei rischi più ricorrenti nell’utilizzo delle gru per autocarro (caduta del carico, perdita di stabilità della gru per autocarro, urto di persone con il carico o con la gru, rischi connessi con l’ambiente, quali vento, ostacoli, linee elettriche, ecc., rischi connessi alla non corretta  stabilizzazione).

• Segnaletica gestuale.

Modulo pratico (8 ore)

• Individuazione dei componenti strutturali: base, telaio e controtelaio, sistemi di stabilizzazione, colonna, gruppo bracci.

• Dispositivi di comando e di sicurezza: identificazione dei dispositivi di comando (comandi idraulici e elettroidraulici, radiocomandi) e loro funzionamento (spostamento, posizionamento ed operatività), identificazione dei dispositivi di  sicurezza e loro funzione

• Controlli pre-utilizzo: controlli visivi e funzionali della gru per autocarro e dei componenti accessori, dei dispositivi di comando, di segnalazione e di sicurezza, previsti dal costruttore nei manuale di istruzioni dell’attrezzatura. Manovre della gru per autocarro senza carico (sollevamento, estensione, rotazione, ecc.) singole e combinate.

• Controlli prima del trasferimento su strada: verifica delle condizioni di assetto (struttura di sollevamento e stabilizzatori).

• Pianificazione delle operazioni del sollevamento: condizioni del sito di lavoro (pendenze, condizioni del piano di appoggio), valutazione della massa del carico, determinazione del raggio, configurazione della gru per autocarro, sistemi di imbracatura, ecc..

• Posizionamento della gru per autocarro sul luogo di lavoro: posizionamento della gru rispetto al baricentro del carico, delimitazione dell’area di lavoro, segnaletica da predisporre su strade pubbliche, messa in opera di stabilizzatori, livellamento della gru. Procedure per la messa in opera di accessori, bozzelli, stabilizzatori, ecc..

• Esercitazione di pratiche operative (4 ore):

a) Effettuazione di esercitazioni di presa/aggancio dei carico per il controllo della rotazione, dell’oscillazione, degli urti e del posizionamento del carico. Operazioni in prossimità di ostacoli fissi o altre gru (interferenza). Movimentazione di carichi di uso comune e carichi di forma particolare quali: carichi lunghi e flessibili, carichi piani con superficie molto ampia, carichi di grandi dimensioni. Manovre di precisione per il sollevamento, il rilascio ed il posizionamento dei carichi in posizioni visibili e non visibili.

b) Utilizzo di accessori di sollevamento diversi dal gancio (polipo, benna, ecc.). Movimentazione di carichi con accessori di sollevamento speciali. Imbracature di carichi.

• Manovre di emergenza: effettuazione delle manovre di emergenza per il recupero del carico.

• Prove di comunicazione con segnali gestuali e via radio.

• Operazioni pratiche per provare il corretto funzionamento dei dispositivi limitatori, indicatori e di posizione.

• Esercitazioni sull’uso sicuro, gestione di situazioni di emergenza e compilazione del registro di controllo.

• Messa a riposo della gru per autocarro: procedure per il rimessaggio di accessori, bozzelli, stabilizzatori, jib, ecc

 

Metodologia e materiale didattico:

L’attività didattica sarà svolta in modalità aula, con metodo altamente interattivo, in modo da coinvolgere i partecipanti, sollecitarne l'interesse, favorire la discussione su casi pratici provenienti dalla loro esperienza. Ciò permetterà di adattare i contenuti del corso alle esigenze degli stessi partecipanti. Sono previste esercitazioni e prove pratiche indicato nell’Accordo Stato Regioni del 22/02/2012.

Nell’espletamento dei moduli teorici saranno utilizzati i seguenti strumenti didattici: videoproiettore; computer con collegamenti in rete. I materiali didattici utilizzati consisteranno in: slide esplicative; dispense; CD-Rom; testi delle esercitazioni e prove di gruppo ed individuali. Per quanto riguarda la realizzazione dell’attività pratica e le relative prove di verifica saranno allestiti appositi spazi idonei e saranno utilizzate gru per autocarri in dotazione della Protezione Civile o dei Vigili del Fuoco e i Dispositivi di Protezione Individuale, alla presenza del docente e codocente.

Elemento qualificante delle modalità didattiche è rappresentato, in particolare, dall’azione di tutoring, che prevede la presenza del tutor d’aula per l’accompagnamento didattico, verifica e valutazione delle attività e dell’efficacia dei processi formativi.

 

Durata complessiva del corso e calendario di riferimento:

Il corso ha una durata complessiva di 20 ore, tra parte teorica e parte pratica.

Si svolgerà a partire del mese di luglio-settembre 2018 previe adesioni.

 

Numero partecipanti previsti

Il numero minimo di partecipanti è pari a 5, mentre il numero massimo è pari a 15 per ogni edizione.

 

Al termine del modulo pratico avrà luogo una prova pratica di verifica finale, consistente nell'esecuzione di almeno 2 delle prove previste come da indicazioni inserite nell'Accordo Stato Regioni del 22/02/2012. La frequenza è obbligatoria e per il rilascio dell’attestato è necessario che ciascun corsista abbia frequentato almeno il 90% del monte ore e superato le prove di verifica. Al termine del percorso formativo è previsto il rilascio della certificazione/patentino per “Addetti alla conduzione di gru per autocarro”.

 

Attestato di partecipazione

L’attestato di partecipazione verrà rilasciato dalla struttura solo dopo aver effettuato almeno il 90% delle ore previste e successivamente validato dall’Ente Certificatore AIFES.

 

 

Costo

Il costo per tale corso è pari a € 1.700,00 + IVA. Il pagamento dovrà avvenire tramite bonifico bancario o assegno bancario.

 

 

 

CORSO PER LA CONDUZIONE DI IMPIANTI TERMICI

Destinatari

I destinatari del corso sono impiantisti del settore termoidraulico che hanno necessità di aggiornare le proprie competenze ed abilitarsi ad essere anche conduttore impianti di termici per svolgere attività di conduzione degli impianti di potenza superiore a 232 kW. Applica procedure di attivazione e conduzione dell’impianto termico, garantendo il controllo della funzionalità della centrale termica e dei suoi componenti attraverso la verifica dei parametri di regolazione intervenendo, quando necessario, sugli strumenti di regolazione (indicazioni estrapolate dalla CONFERENZA DELLE REGIONI E DELLE PROVINCE AUTONOME 11/69/CR8c/C9 “LINEE GUIDA DELLE REGIONI PER I PERCORSI ABILITANTI ALL’ESERCIZIO DELL’ATTIVITÀ DI CONDUTTORE IMPIANTI TERMICI” del 25/05/2011).

 

Obiettivi:

Il percorso formativo mira a far conseguire l’ottenimento del patentino di abilitazione di II° grado per la conduzione di impianti termici (previo superamento dell’esame finale), il cui possesso è obbligatorio a norma dell’art. 16 della Legge 615 del 13/07/1966 e del D.M. del 12/08/1968.

In particolare l’art. 287 del D.Lgs 152/2006 del Codice Ambientale introduce importanti novità in materia di conduzione degli impianti termici prevedendo l’obbligo del patentino per tutti gli impianti termici civili di potenza termica superiore a 232.000 Kcal/h prescindendo dal tipo di combustibile utilizzato.

In questo modo, l’obbligo del patentino, finora previsto solo per gli impianti termici alimentati con combustibili minerali solidi o liquidi ai sensi della L. 615/1966, viene esteso anche a quelli alimentati con combustibile gassoso. Chiunque sia addetto alla conduzione di un impianto termico di potenzialità superiore a 232.000 Kcal/h deve essere munito di un patentino di abilitazione, rilasciato dall’ispettorato provinciale del lavoro, al termine di un esame sostenuto dopo un corso per conduzione di impianti termici.

 

Contenuti e durata moduli:

Il primo modulo riguarda “Gli elementi di termotecnica” (10 ore) e si articola nei seguenti contenuti:

NOZIONI DI UNITA’ DI MISURA

1. grandezze e unità fondamentali e derivate

2. sistemi di unità di misura

3. il sistema internazionale dell’Unità di misura SI

4. conversioni tra le unità di misura

5. unità di misura di lunghezza di superficie e di volume

6. unità di misura di massa, pressione forza

7. unità di misura di energia e potenza

NOZIONI DI FISICA E MECCANICA

1. moto dei corpi, traiettoria, velocità, accelerazione

2. forza massa peso

3. peso specifico densità, volume specifico

4. lavoro potenza

5. energia potenziale, energia cinetica, conservazione dell’energia

6. pressione, pressione idrostatica, pressione assoluta pressione atmosferica

7. manometro

8. barometri

NOZIONI DI TERMOLOGIA

1. Temperatura, termometri, scale termodinamiche

2. tipi di termometri

3. quantità di calore, calore specifico

4. dilatazione termica

5. cambiamenti di stato

6. fusione – solidificazione

7. fusione

8. solidificazione

9. vaporizzazione- condensazione

10. liquefazione

11. sublimazione

12. produzione del vapore

13. riscaldamento

14. vaporizzazione

15. surriscaldamento

16. entalpia o contenuto termico del vapore

17. trasmissione del calore

18. conduzione- convenzione- irraggiamento e condizione di benessere

NOZIONI DI ELETTROTECNICA

1. legge di Ohm

2. consumi di elettricità

3. corrente continua e corrente alternata

4. trasformatore

5. elettrovalvola - relais fotoresistenza

NOZIONI DI CHIMICA

1.formule chimiche – relazioni chimiche

 

Il secondo modulo riguarda “La combustione e il riscaldamento” (14 ore) e si articola nei seguenti contenuti:

GENERALITA’

1. potere calorifero

2. determinazione del potere calorifero

CATTISTICHE DEI COMBUSTIBILI LIQUIDI

1. viscosità

2. peso specifico- potere calorifero

3. acqua e sedimenti

4. punto di infiammabilità e punto di accensione

5. punto scorrimento

6. tenore di zolfo- ceneri

7. olii combustibili

8. gasolio

CARATTERISTICHE DEI COMBUSTIBILI GASSOSI

1. gas naturale ( metano)

2. gas di petrolio liquefatti GPL

3. gas manifatturati

LA COMBUSTIONE E IL RISCALDAMENTO

1. generalità

2. la combustione teorica

3. temperatura della fiamma

4. combustione pratica

5. eccesso d’aria

6. il triangolo di Ostwald

7. la combustione dei combustibili liquidi e gassosi

 

Il terzo modulo riguarda “Caratteristiche e tipologie degli impianti termici” (16 ore) e si articola nei seguenti contenuti:

1. I diversi tipi di impianto termico

2. Caldaie, bruciatori e griglie

3. Dispositivi di controllo e sicurezza (valvole, indicatori, termostati, pressostati, ecc.)

4. Tecniche di regolazione dell’impianto

5. Tecniche di controllo delle emissioni inquinanti

6. Tecniche di analisi del consumo energetico

7. Normativa di settore

8. Elementi di manutenzione impianti termici

 

Metodologia e materiale didattico:

L’attività didattica sarà svolta in modalità aula, con metodo altamente interattivo, in modo da coinvolgere i partecipanti, sollecitarne l'interesse, favorire la discussione su casi pratici provenienti dalla loro esperienza. Ciò permetterà di adattare i contenuti del corso alle esigenze degli stessi partecipanti. Sono previste esercitazioni e prove pratiche conformemente a quanto indicato nell’Accordo Stato Regioni del 22/02/2012.

Nell’espletamento dei moduli teorici saranno utilizzati i seguenti strumenti didattici: videoproiettore; computer con collegamenti in rete. I materiali didattici utilizzati consisteranno in: slide esplicative; dispense; CD-Rom; testi delle esercitazioni e prove di gruppo ed individuali. Per quanto riguarda la realizzazione dell’attività pratica e le relative prove di verifica saranno allestiti appositi spazi idonei presso laboratori e aule prova con macchinari funzionali alla visione degli impianti termici.

 

Durata complessiva del corso e calendario di riferimento:

Il corso ha una durata complessiva di 40 ore, tra parte teorica e parte pratica.

Si svolgerà a partire del mese di luglio-settembre 2018 previe adesioni.

 

Numero partecipanti previsti

Il numero minimo di partecipanti è pari a 5, mentre il numero massimo è pari a 15 per ogni edizione.

 

Questo tipo di corso e di patentino necessita sia espletato e organizzato secondo le direttive e le norme previste dalla Legge 615 del 1969, al D.M. del 12/08/1968, al D.Lgs 152/2006 e per ultimo dalla Conferenza Stato-Regioni del 25/05/2011 dove si dettano le linee guida delle regioni per i percorsi abilitanti all’esercizio dell’attività di conduttore impianti termici.

In pratica per il riconoscimento delle competenze per questo tipo di patentino occorre svolgere 90 ore di corso con argomenti predefiniti e indicati nelle norme sopraindicate con una tolleranza di assenze non superiore al 20% del monte ore totale.

 

Attestato di partecipazione

L’attestato di partecipazione verrà rilasciato dalla struttura solo dopo aver effettuato almeno il 90% delle ore.

 

Costo

Il costo per tale corso è pari a € 1.800,00 + IVA. Il pagamento dovrà avvenire tramite bonifico bancario o assegno bancario.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

CORSO DI INGLESE PER IL TURISMO (E.F.T. – English For Tourism)

Destinatari

I destinatari del corso sono maitre d’hotel,addetto alla ristorazione, responsabile di sala, cameriere, receptionist d’albergo, addetto alle relazioni, barman, animatori turistici, operatore di tour operator, guide e accompagnatori turistici.

 

Obiettivi:

Il corso è rivolto a tutti coloro che già operano nel settore turistico alberghiero e che necessitano di approfondire la propria conoscenza della lingua inglese per svolgere al meglio il proprio lavoro. Il corso è finalizzato a sviluppare e potenziare le abilità linguistiche e professionali e le competenze comunicative per gli operatori tecnici del settore turistico-alberghiero. La conoscenza di una o più lingue straniere è sicuramente la chiave per potersi adeguatamente affermare nel mondo del lavoro.

L’intervento proposto pone l'accento sull'apprendimento della lingua per fini pratici, legati soprattutto alla sfera lavorativa; la scarsa conoscenza della lingua inglese è infatti un freno per le attività turistiche e ricettive. Il corso si propone di implementare la conoscenza di base della lingua inglese per accogliere e servire il cliente straniero nella struttura turistica e soprattutto nelle sale ristorante e bar.

Contenuti e durata moduli:

 

Il corso di 40 ore mira a far conoscere ai partecipanti il linguaggio tecnico del settore, le tecniche di approccio con clienti stranieri, il vocabolario della ristorazione e il saper dialogare in inglese tecnico. In pratica i contenuti saranno:

1. Introduzione: lavorare nel mondo del Turismo   

2. Viaggi internazionali: analizzare i versi tipi di viaggi, fare domande, fare prenotazioni, organizzare viaggi  

3. Chiamate al telefono: rispondere al telefono, rispondere a specifiche domande, lasciare/prendere messaggi

4. “Food and drink”: riconoscere diversi tipi di piatti tipici, prendere ordinazioni, conoscere certe abitudini del mangiare

5. Corrispondenza: saper rispondere adeguatamente, confermare prenotazioni, evitare errori

6. Alberghi: saper fare prenotazioni e Check in, offrire informazione

7. Soldi: ricevere pagamenti, scambiare soldi, fare scontrini 

8. Viaggiare: viaggiare dal e verso l’aeroporto, avere una vasta conoscenza locale, essere gentili nel rispondere e nel fare domande, noleggiare macchine

9.  Problemi: saper affrontare i problemi e i clienti difficili, aiutare clienti, saper realzionarsi con le persone in ogni situazione

10. Attività e luoghi di interesse: analizzare i luoghi visitati, fare suggerimenti e dare consigli, avere una buona conoscenza della storia, della cultura e del folklore di un determinato posto 

 

Metodologia e materiale didattico:

Aula. Lezione frontale. Attività di gruppo. Discussione e confronto. Role play. Visione filmati. Ascolto documenti audio. In aula sarà utilizzata solamente la lingue inglese sia nella comunicazione con il docente sia nella comunicazione tra i corsisti Si partirà da situazioni di interazione reale per riflettere sugli aspetti grammaticali e sintattici della lingua.
I moduli relativi alla comunicazione orale saranno svolti in sotto-gruppi al fine di favorire la partecipazione e l’apprendimento dei corsisti.

Durata complessiva del corso e calendario di riferimento

Il corso ha una durata complessiva di 40 ore, tra parte teorica e parte di esercitazioni.

Si svolgerà a partire del mese di luglio-settembre 2018 previe adesioni.

 

Numero partecipanti previsti

Il numero minimo di partecipanti è pari a 5, mentre il numero massimo è pari a 15 per ogni edizione.

Al termine del percorso formativo sarà rilasciata una dichiarazione di competenze riportante i dettagli dell'iniziativa, l'esito delle prove di verifica e le competenze maturate. Inoltre è prevista la collaborazione con l'ente di formazione accreditato British School of Maglie ai fine del rilascio della certificazione Internazionale EFT (English For Tourism livello 1 - A2) della LCCIEB, con duplice valenza linguistica e professionale, previo superamento del relativo esame che prevede una prova scritta e una prova orale.

 

Attestato di partecipazione

L’attestato di partecipazione verrà rilasciato dalla struttura solo dopo aver effettuato almeno il 90% delle ore previste e successivamente validato dall’Ente Certificatore AIFES.

 

Costo

Il costo per tale corso è pari a € 1.800,00 + IVA. Il pagamento dovrà avvenire tramite bonifico bancario o assegno bancario.

 

 

 

 

 

CORSO PER ADDETTO ALLA SALDATURA

Destinatari

I destinatari del corso sono tecnici, ingegneri, architetti, geometri, coordinatori saldature ed operatori dipendenti di aziende e studi del settore impiantistico, edile, metalmeccanico.

 

Obiettivi:

Il Decreto Interministeriale di approvazione delle Norme tecniche di costruzione -  14 gennaio 2008 - richiede che le saldature siano eseguite con modalità e controlli conformi alla norme unificate UNI. Il decreto impone al Direttore dei lavori di richiedere controlli e collaudi opportuni dando indicazione della tipologia del controllo e la frequenza dello stesso. Quindi il corso ha l’obiettivo di fornire le conoscenze e indicazioni di normative unificate necessarie per realizzare una un'opera saldata destinata ad usi strutturali nel campo edile, in conformità del D.M. 14/01/2008 e in campo impiantistico generale.

 

Contenuti e durata moduli:

MODULO 1: (12 ore)

Costruzioni opere in acciaio secondo le nuove Norme Tecniche per le Costruzioni

  • Processo speciale di saldatura, significati e analisi del rischio e tipi di saldatura
  • Cenni metallurgia degli acciai
  • Responsabilità in saldatura, ruolo delle parti progettista esecutore
  • La gestione documentale in saldatura, norme di riferimento per la regolamentazione del processo
  • Definizione di WPS e relativo utilizzo
  • Il patentino del saldatore (qualifica del saldatore), definizione e gestione della qualifica
  • La qualifica del processo di saldatura (WPQR), definizione e gestione della qualifica
  • Accettabilità dei difetti in saldatura, analisi della normativa UNI EN ISO 5817:2008
  • I controlli non distruttivi: cenni sulle metodologie e principali caratteristiche

MODULO 2: (12 ore)

Qualifica per il Coordinatore della Saldatura

  • ISO 3834 requisiti
  • Riesame del contratto/capitolato tecnico
  • Verifica applicazione WPS rispetto al progetto
  • Stesura di un piano di controllo e fabbricazione
  • Controllo dell'applicazione delle WPS in produzione
  • Gestione dei controlli non distruttivi, visivi e dimensionali
  • Taratura e gestione delle attrezzature coinvolte nella saldatura
  • Esame di verifica finale

 

Metodologia e materiale didattico:

Aula. Lezione frontale. Attività di gruppo. Discussione e confronto. Role play. Inoltre verrà utilizzato un banco DIME e di brasatura per le esercitazioni pratiche e le verifiche.

 

Durata complessiva del corso e calendario di riferimento:

Il corso ha una durata complessiva di 24 ore, tra parte teorica e parte di esercitazioni.

Si svolgerà a partire del mese di luglio-settembre 2018 previe adesioni.

 

Numero partecipanti previsti

Il numero minimo di partecipanti è pari a 5, mentre il numero massimo è pari a 15 per ogni edizione.

 

Al termine del percorso formativo e previo superamento dell’esame di verifica finale, sarà rilasciato l’apposito patentino come coordinatore della saldatura.

 

Attestato di partecipazione

L’attestato di partecipazione verrà rilasciato dalla struttura solo dopo aver effettuato almeno il 90% delle ore previste e successivamente validato dall’Ente Certificatore AIFES.

 

Costo

Il costo per tale corso è pari a € 1.800,00 + IVA. Il pagamento dovrà avvenire tramite bonifico bancario o assegno bancario.

 

 

 

 

 

 

CORSO PER SISTEMI AVANZATI DI RECUPERO STRUTTURALE IN CAMPO EDILE

Destinatari

I destinatari del corso sono tecnici, ingegneri, architetti, geometri, posatori e operatori in campo edile e delle ristrutturazioni edilizie

 

Obiettivi:

Preparare il tecnico progettista ad una corretta interpretazione degli interventi di progettazione tecnica per il restauro e le ristrutturazioni, utilizzando nuovi materiali e tecnologie innovative. È rivolto ad tecnici del settore edile che intendono acquisire le conoscenze normative e tecniche per una progettazione di interventi di restauro e conservazione di opere in muratura. Inoltre come obiettivo è professionalizzare tecnici e posatori anche su norme e agevolazioni previste dalla normativa di settore.

 

Contenuti e durata moduli:

 

  1. Normativa e nozioni di base sulla ristrutturazione e il restauro (4 ore)
  2. Le agevolazioni e gli incentivi fiscali per le ristrutturazioni a risparmio energetico (2 ore)
  3. Modulo su sistema cappotto  e colore parti murarie (4 ore)
  4. Modulo su sistema recupero strutturale in fibre di carbonio- consolidamento (4 ore)
  5. Modulo specialistico per restauro dimore e strutture storico-culturali (4 ore)
  6. Modulo specialistico su sistema cartogengessi e sistema integrato (4 ore)
  7. Modulo su sistema sottofondi e sistemi di posa (4 ore)
  8. Esercitazioni e prove pratiche (4 ore)

 

Metodologia e materiale didattico:

Aula. Lezione frontale. Attività di gruppo. Discussione e confronto. Esercitazioni pratiche.

Verranno rilasciate dispense e tavole tecniche per le simulazioni ed esercitazioni.

 

Durata complessiva del corso e calendario di riferimento:

Il corso ha una durata complessiva di 30 ore, tra parte teorica e parte di esercitazioni.

Si svolgerà a partire del mese di luglio-settembre 2018  previe adesioni.

 

Numero partecipanti previsti

Il numero minimo di partecipanti è pari a 5, mentre il numero massimo è pari a 15 per ogni edizione.

 

Attestato di partecipazione

L’attestato di partecipazione verrà rilasciato dalla struttura solo dopo aver effettuato almeno il 70% delle ore.

 

Costo

Il costo per tale corso è pari a € 1.800,00 + IVA. Il pagamento dovrà avvenire tramite bonifico bancario o assegno bancario.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

INFORMAZIONE E FORMAZIONE BASE SULLA SICUREZZA (RISCHIO ALTO)

Destinatari

Il corso è rivolto a operatori, tecnici e operai del settore manifatturiero, impiantistico ed edile, ovvero “Lavoratori” indipendentemente dalla tipologia contrattuale secondo la nuova definizione di cui all'art. 2, co. 1, lett. a) del D.Lgs. n. 81/2008.

 

Obiettivi:

l corso ha l'obiettivo di far acquisire ai lavoratori le nozioni di base della sicurezza sul lavoro in osservanza e ai sensi dell'art. 37 del Testo Unico (D.Lgs. n. 81/2008) ed in osservanza dell'Accordo Stato-Regioni sulla formazione siglato il 21/12/2011.

 

Contenuti e durata moduli:

Il corso di 16 ore tratterà i seguenti contenuti:

  • Rischi infortuni
  • Rischi meccanici generali
  • Rischi elettrici generali
  • Macchine, attrezzature
  • Cadute dall’alto
  • Rischi da esplosione e Rischi chimici (in generale)
  • Nebbie, oli, fumi, vapori, polveri
  • Rischi cancerogeni, rischi biologici, rischi fisici
  • Rumore e Vibrazioni
  • Radiazioni
  • Microclima, illuminazione
  • Videoterminali
  • DPI Organizzazione del Lavoro
  • Ambienti di lavoro
  • Stress lavoro-correlato
  • Movimentazione manuale carichi
  • Movimentazione merci (mezzi sollevamento e trasporto)
  • Segnaletica
  • Emergenze
  • Procedure esodo e incendi
  • Procedure organizzative per il primo soccorso
  • Incidenti e infortuni mancati
  • Altri rischi

 

Metodologia e materiale didattico:

Aula. Lezione frontale. Attività di gruppo. Discussione e confronto. Esercitazioni.

Al termine verrà rilasciata una documentazione completa in forma cartacea e di CD-Rom con i contenuti del corso e la normativa di riferimento.

 

Durata complessiva del corso e calendario di riferimento:

Il corso ha una durata complessiva di 16 ore, tra parte teorica e parte di esercitazioni di gruppo.

Si svolgerà a partire del mese di luglio-settembre 2018 previe adesioni.

 

Numero partecipanti previsti

Il numero minimo di partecipanti è pari a 5, mentre il numero massimo è pari a 20 per ogni edizione.

 

Attestato di partecipazione

L’attestato di partecipazione verrà rilasciato dalla struttura solo dopo aver effettuato il 100% delle ore previste e successivamente validato dall’Ente Certificatore AIFES.

 

Costo

Il costo per tale corso è pari a € 1.200,00 + IVA. Il pagamento dovrà avvenire tramite bonifico bancario o assegno bancario.

 

 

 

 

 

 

CORSO PER ADDETTO PES-PAV-PEI PER LAVORI ELETTRICI

Destinatari

Il corso è rivolto ai dipendenti del settore impiantistico e installativo per il comparto elettrico, fotovoltaico che operano in regime di alta e bassa tensione.

 

Obiettivi:

ll corso ha l'obiettivo di far acquisire ai lavoratori l’abilitazione come Persona Esperta, Avvertita e Idonea secondo il dettato legislativo della NORMA CEI 11-27, NORMA CEI EN 50110-1 e dell’art. 82 del D.Lgs 81/08;

 

Contenuti e durata moduli:

Il corso di 16 ore tratterà i seguenti contenuti:

- Disposizioni legislative e norme tecniche in materia di sicurezza degli operatori elettrici

- Prescrizioni del testo unico della sicurezza sul lavoro in materia di lavori su impianti elettrici;

- Obblighi del datore di lavoro;

- Valutazione dei rischi;

- Lavori Sotto Tensione;

- Lavori in prossimità di parti attive: Distanze minime consentite;

- Esercizio e manutenzione degli impianti elettrici: la norma CEI EN 50110;

- Analisi delle procedure per l'esercizio normale;

- Analisi delle procedure di manutenzione.

- Effetti della corrente elettrica attraverso il corpo umano

- Shock elettrico ed effetti dell'arco elettrico;

- Effetti fisiologici della corrente elettrica sul corpo umano;

- Indicazioni sul primo soccorso a persone colpite da shock elettrico. Il BLS (Basic Life Support).

- Impianti di terra, quadri e macchine

- Dispositivi di protezione dai contatti diretti ed indiretti. Sovraccarico e cortocircuito;

- Classificazione dei sistemi elettrici secondo la CEI 64-8;

- Aspetti legati alla sicurezza dei quadri e delle macchine.

- Esecuzione dei lavori sugli impianti elettrici: CEI 11-27

- Definizione di lavoro elettrico;

- Modalità di comunicazione tra personale durante l'esecuzione di un lavoro elettrico;

- Attrezzi e dispositivi di protezione individuale più comuni;

- Peculiarità professionali richieste alle persone esperte (PES) e alle persone avvertite (PAV);

- La figura di responsabile dell'impianto;

- La figura del preposto ai lavori;

- La documentazione di supporto: definizione del piano di intervento e del piano di lavoro.

- Esercitazione pratica di lavori fuori tensione (sostituzione interruttore bt)

- Analisi dell'intervento da eseguire;

- Preparazione Piano di Lavoro;

- Esecuzione lavoro.

- Aspetti fondamentali dei lavori sotto tensione per sistemi di categoria 0 e I

- Definizione lavori elettrici in tensione per sistemi di categoria 0 e I;

- Attività preliminari, disposizioni, individuazione delle zone e degli strumenti;

- Procedura per interventi in prossimità di parti sotto tensione;

- Procedura per interventi con parti sotto tensione.

- Esercitazione pratica di lavori sotto tensione (sostituzione interruttore bt)

- Analisi dell'intervento da eseguire;

- Preparazione Piano di Lavoro;

- Esecuzione lavoro

 

Metodologia e materiale didattico:

Aula. Lezione frontale. Attività di gruppo. Discussione e confronto. Esercitazioni.

Al termine verrà rilasciata una documentazione completa in forma cartacea e di CD-Rom con i contenuti del corso e la normativa di riferimento.

 

Durata complessiva del corso e calendario di riferimento:

Il corso ha una durata complessiva di 16 ore, tra parte teorica e parte di esercitazioni di gruppo.

Si svolgerà a partire del mese di luglio-settembre 2018 previe adesioni.

 

 

Numero partecipanti previsti

Il numero minimo di partecipanti è pari a 5, mentre il numero massimo è pari a 20 per ogni edizione.

 

Attestato di partecipazione

L’attestato di partecipazione verrà rilasciato dalla struttura solo dopo aver effettuato il 100% delle ore previste e successivamente validato dall’Ente Certificatore AIFES.

 

Costo

Il costo per tale corso è pari a € 1.200,00 + IVA. Il pagamento dovrà avvenire tramite bonifico bancario o assegno bancario.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

CORSO PER RESPONSABILE DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA (RLS)

Destinatari

Il corso è rivolto a operatori, tecnici e operai del settore manifatturiero, impiantistico ed edile

 

Obiettivi:

Il corso si propone di fornire una conoscenza e una qualifica al Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza interna alle aziende secondo il dispositivo legislativo dell’art. 37 comma 10 D.LGS 81/2008 e successivi Accordi Stato-Regione.

 

Contenuti e durata moduli:

Il corso di 32 ore tratterà i seguenti contenuti:

*Cenni sulla legislazione in materia di Igiene e Sicurezza del Lavoro (dal 1955 ad oggi);

*Principi giuridici comunitari e nazionali;

*Sintesi e contenuti del D.Lgs. 81/08, aspetti innovativi;

*I principali soggetti previsti dalla normativa e coinvolti nel sistema di prevenzione aziendale: definizioni, obblighi e responsabilità;

*La delega di funzioni e sue condizioni.

*Rapporti con gli organi di vigilanza;

*Il Sistema sanzionatorio;

*Il D.Lgs. 758/94;

*Analisi degli infortuni, cause e modalità di accadimento;

*Procedure di intervento delle AUSL nei luoghi di lavoro: comunicazioni e notifiche, autorizzazioni e deroghe;

*Gestione di un infortunio e analisi di un caso, 'Registro infortuni'.

*Aspetti normativi sul ruolo dei rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza:

a)nomina, elezione o designazione del RLS funzioni e consultazione degli RLS;

b)attribuzione e partecipazione degli RLS, RLST e degli RLS di sito produttivo;

c)la Riunione periodica;

d)il sistema degli organismi bilaterali: origini, ruolo e funzioni.

 *Il concetto di rischio: definizione, classificazione e individuazione dei fattori di rischio;

*La valutazione del rischio;

*Categorie di rischio, probabilità di accadimento e magnitudo;

*Misure tecniche, organizzative e procedurali di prevenzione e protezione;

*Rischio e prevenzione incendi;

*La gestione delle emergenze.

*Misure generali di tutela nell'organizzazione degli ambienti e delle postazioni di lavoro;

*Le priorità nelle misure di prevenzione e protezione: eliminazione e/o riduzione alla fonte, DPC, DPI.

Prescrizioni per i DPI, categorie dei DPI;

*Obblighi del costruttore, del fabbricante e del datore di lavoro;

*Segnaletica di sicurezza: prescrizioni previste dal d.lgs. 81/08.

*Rischi legati all'utilizzo delle Macchine e Attrezzature di lavoro;

*La movimentazione dei carichi, mezzi di trasporto e sollevamento;

*Rischio rumore e vibrazioni;

*Rischio elettrico;

*Rischio derivante dalla presenza di atmosfere esplosive.

*Il ruolo del medico competente e la sorveglianza sanitaria;

*Elementi di primo soccorso;

*Rischio derivante dall'uso di agenti: chimici; biologici; cancerogeni; mutageni;

*Cenni su Rischio amianto e Radon;

*Le radiazioni ionizzanti e non ionizzanti;

*Ergonomia e organizzazione del lavoro;

*MMC.

*Il processo della comunicazione;

*Le tecniche della comunicazione;

*Comunicazione e ambiente di lavoro;

*Gestione di una riunione;

*Formazione, informazione e addestramento;

 

Metodologia e materiale didattico:

Aula. Lezione frontale. Attività di gruppo. Discussione e confronto. Esercitazioni.

Al termine verrà rilasciata una documentazione completa in forma cartacea e di CD-Rom con i contenuti del corso e la normativa di riferimento.

 

Durata complessiva del corso e calendario di riferimento:

Il corso ha una durata complessiva di 32 ore, tra parte teorica e parte di esercitazioni di gruppo.

Si svolgerà a partire del mese di novembre 2018 previe adesioni.

 

Numero partecipanti previsti

Il numero minimo di partecipanti è pari a 5, mentre il numero massimo è pari a 20 per ogni edizione.

 

Attestato di partecipazione

L’attestato di partecipazione verrà rilasciato dalla struttura solo dopo aver effettuato almeno il 90% delle ore previste e successivamente validato dall’Ente Certificatore AIFES.

 

Costo

Il costo per tale corso è pari a € 1.800,00 + IVA. Il pagamento dovrà avvenire tramite bonifico bancario o assegno bancario.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

CORSO DI FORMAZIONE PER RESPONSABILE PER LA PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI (D.P.O.)

Destinatari:

 

Il Corso si rivolge, in primo luogo, a coloro i quali già operano nel settore del trattamento dei dati personali e necessitano di aggiornamento e/o di una formazione specifica ed avanzata in materia di privacy e sicurezza informatica al fine di assolvere ai compiti del DPO di cui all’art. 39 del RGPD.

Inoltre si rivolge, altresì, ai soggetti che intendono accrescere la loro professionalità riguardo le problematiche relative alla sicurezza informatica dei sistemi informativi e delle reti informatiche, dal punto di vista manageriale, organizzativo, normativo e tecnologico.

Riguarda figure interne o esterne all’azienda, ossia Referenti privacy (dipendenti o consulenti) che si occupano dell’applicazione della norma Privacy nelle aziende, Liberi Professionisti, Consulenti d’azienda, Compliance Officer, Legali d’impresa

 

Obiettivi:

Il presente corso in materia di trattamento dei dati personali ha durata trimestrale e si prefigge di far acquisire ai candidati le competenze necessarie per svolgere la funzione di Responsabili per la Protezione dei Dati (Data Protection Officer - DPO) di cui all’art. 37 e seguenti del RGPD. L’iter formativo prevede quindi l’acquisizione di competenze trasversali giuridiche e tecniche in relazione al quadro normativo delineato dal RGPD ed alle best practices in materia di sicurezza delle reti.

 

Contenuti e durata moduli:

Il corso prevede 80 ore di formazione per i seguenti contenuti:

EVOLUZIONE NORMATIVA IN MATERIA DI TRATTAMENTO DI DATI PERSONALI 1. La direttiva 95/46/Ce: principi generali 2. Il recepimento della direttiva: dalla legge 675/1996 e al Codice Privacy 3. Il Regolamento Ue n. 679/2016 4. Entrata in vigore e termine di adeguamento 5. Rapporto tra Regolamento europeo e normative nazionali

AMBITO DI APPLICAZIONE DEL REGOLAMENTO 1. Il trattamento per finalità esclusivamente personali o domestiche 2. Il titolare stabilito nel territorio EU 3. L’interessato residente nel territorio EU

TIPOLOGIE DI DATI PERSONALI 1. I dati delle persone fisiche 2. I dati delle persone giuridiche 3. Il trattamento dei dati sensibili 4. Il trattamento di dati giudiziari 5. Il trattamento dei dati genetici 5. Il trattamento dei dati biometrici 6. L’anonimizzazione e la pseudoanonimizzazione di dei dati personali 7. Il trattamento dei dati personali di persona deceduta

I PRINCIPI GENERALI DEL REGOLAMENTO 1. Il principio di liceità 2. Il principio di correttezza 3. Il principio di trasparenza 4. Il principio di pertinenza 5. Il principio di necessità 6. Il principio di accountability 7. Il principio della privacy by design e by default

IL CONSENSO 1. Il consenso al trattamento 2. L’informativa preventiva 2.1. L’informativa da fornire quando i dati personali sono raccolti presso l’interessato 2.2. L’informativa da fornire quando i dati personali non sono raccolti presso l’interessato 2.3. L’informativa e consenso al trattamento necessario per adempiere a contratto 2.4. L’informativa e consenso al trattamento necessario per obbligo di legge 2.5. L’informativa e consenso al trattamento necessario per salvaguardia interessi vitali dell’interessato o di altra persona fisica 2.6. L’informativa e consenso al trattamento necessario per interesse pubblico 2.7. L’informativa e consenso al trattamento in ambito sanitario 3. La prestazione del consenso 3.1. Il consenso dei minori di anni 16 3.2. Il consenso obbligatorio e facoltativo 3.3. Il consenso dei dati sensibili 4. Le modalità di acquisizione del consenso 5. La dimostrazione dell’acquisizione del consenso 6. La revoca del consenso

I DIRITTI DELL’INTERESSATO 1. Il diritto alla conoscenza delle fonti dei dati 2. Il diritto all’aggiornamento dei dati 3. Il diritto alla cancellazione (diritto all’oblio) 4. Il diritto di limitazione del trattamento 5. Il diritto alla portabilità dei dati 6. Il diritto di opposizione 7. Il diritto di non essere sottoposto a una decisione basata unicamente sul trattamento automatizzato, compresa la profilazione 8. Le modalità e le condizioni di esercizio dei diritti dell’interessato

I SOGGETTI PREPOSTI AL TRATTAMENTO 1. Il titolare del trattamento 1.1. La responsabilità del titolare 1.2. Le ipotesi di contitolarità 2. Il responsabile del trattamento 2.1. Il responsabile del trattamento e la designazione di sub-responsabili 3. Gli incaricati del trattamento 4. Gli amministratori di sistema 5. Il Data Protection Officer 5.1. L’obbligo di nomina del DPO 5.2. I requisiti di professionalità del DPO 5.3. Le garanzie e gli obblighi del DPO 5.4. Il DPO interno ed esterno 5.5. La designazione del DPO e la notifica al Garante 5.6. I compiti del DPO 5.7. Il DPO delle PA 6. L’organigramma privacy e i registri delle attività di trattamento

I TRASFERIMENTI DI DATI PERSONALI INFRAGRUPPO E VERSO PAESI TERZI 1.I presupposti e le condizioni del trasferimento dei dati 2. Le norme vincolanti d’impresa – Binding corporate rules (Bcr)

I TRATTAMENTI DEI DATI PER FINALITÀ DI POLIZIA, GIUSTIZIA E SICUREZZA 1. I trattamenti per finalità di sicurezza nazionale, politica estera e sicurezza dell’unione 2. Le finalità di indagini o perseguimento dei reati (rinvio alla direttiva 680/2016) 3. Il trattamento dei dati personali da parte delle autorità giurisdizionali 4. La responsabilità degli intermediari della società dell’informazione nel trattamento dei dati per finalità di polizia, giustizia e sicurezza ARCHITETTURE IT E SICUREZZA DEI DATI 1. Le architetture IT preposte al trattamento dei dati 1.1 Le architetture standard internazionali (COBIT 5 e ITIL v3) 1.2. Le architetture per paradigmi Privacy-by-Design e Security-by-Design 2. Le qualità tecniche dei dati 3. Le tecniche di pseudoanonimizzazione 4. Le tecniche di criptazione dei dati 5. Le tecniche per assicurare su base permanente la riservatezza, l’integrità, la disponibilità e la resilienza dei sistemi e dei servizi di trattamento 6. Le tecniche di backup e recovery 7. Le principali ipotesi di data breach 8. L’analisi e la documentazione del data breach 9. L’importanza della cifratura ai fini della notifica del data breach 10. Le tecniche di simulazione: penetration test

STANDARD INTERNAZIONALI DI SICUREZZA 1. Lo standard di gestione per la sicurezza delle informazioni: ISO 27001:2013 1.1. L’analisi dei rischi delle informazioni 1.2 La pianificazione degli obbiettivi della sicurezza 1.3. Le procedure di controllo operativo 1.4. Il riesame periodico delle attività 1.5. Il monitoraggio del rispetto degli adempimenti Privacy 2. Lo standard di conduzione degli audit: ISO 19011:2011 2.1. La pianificazione e la gestione degli audit 2.2. La nozione di Non conformità e di Osservazioni 2.3. Le tipologie di azione correttive

LA VALUTAZIONE D’IMPATTO SULLA PROTEZIONE DEI DATI E LA CONSULTAZIONE PREVENTIVA 1. L’obbligo della valutazione d’impatto sulla protezione dei dati 2. I Codici di condotta e la valutazione d’impatto 3. Le modalità di valutazione d’impatto sulla protezione dei dati 4. La documentazione delle valutazioni 5. La consultazione preventiva per i trattamenti

LA PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI NELLA PA 1. La protezione dei dati personali e la disciplina dell’accesso ex l. 241/90 2. Il D.Lgs. 33/2013 e l’accessibilità totale 3. L’accesso civico e accesso civico generalizzato (FOIA) 4. L’Open data e il riutilizzo 5. Il bilanciamento tra obblighi di trasparenza

MEZZI DI RICORSO, RESPONSABILITÀ E SANZIONI 1. Il reclamo a un’autorità di controllo 1.1. Il principio del One Stop Shop 2. Il ricorso giurisdizionale effettivo 2.1. Nei confronti dell’autorità di controllo 2.2. Nei confronti del titolare o del responsabile del trattamento 3. Il procedimento del ricorso giurisdizionale effettivo 4. L’azione di responsabilità 5. Le condizioni generali per le sanzioni

 

Metodologia e materiale didattico:

Aula. Lezione frontale. Attività di gruppo. Discussione e confronto. Esercitazioni.

Al termine verrà rilasciata una documentazione completa in forma cartacea e di CD-Rom con i contenuti del corso e la normativa di riferimento.

 

Durata complessiva del corso e calendario di riferimento:

Il corso ha una durata complessiva di 80 ore, tra parte teorica e parte di esercitazioni di gruppo.

Si svolgerà a partire del mese di luglio-settembre 2018 previe adesioni.

 

Numero partecipanti previsti

Il numero minimo di partecipanti è pari a 5, mentre il numero massimo è pari a 20 per ogni edizione.

 

Attestato di partecipazione

L’attestato di partecipazione verrà rilasciato dalla struttura solo dopo aver effettuato almeno 80% delle ore previste e successivamente validato dall’Ente Certificatore secondo quanto previsto dalla norma europea UNI 11697:2017

 

Costo

Il costo per tale corso è pari a € 1.900,00 + IVA. Il pagamento dovrà avvenire tramite bonifico bancario o assegno bancario.

 

 

 

 

 

 

 

CORSO DI FORMAZIONE PER MANAGER PRIVACY

 

Destinatari:

 

Il corso è rivolto a Referenti privacy (dipendenti o consulenti) che si occupano dell’applicazione della norma Privacy nelle aziende, Liberi Professionisti, Consulenti d’azienda, Compliance Officer, Legali d’impresa

 

Obiettivi:

Il Corso di PRIVACY SPECIALIST, ha l’obiettivo di formare i consulenti e i referenti Privacy delle aziende nel settore pubblico e privato che intendono specializzarsi e ricoprire in futuro il ruolo di privacy specialist (specialista della privacy). Il privacy specialist cura la corretta attuazione del trattamento dei dati personali e svolge attività operative che si rendono progressivamente necessarie durante tutto il ciclo di vita di un trattamento di dati personali collaborando con la figura manageriale (quale ad esempio il manager privacy competente). Tale nuova figura ha assunto una particolare rilevanza alla luce dell’approvazione del Regolamento Europeo sulla protezione dei dati che uniforma la legislazione Privacy nei 27 stati membri UE. Il Regolamento sulla Data Protection, entrato in vigore il 25 maggio 2016 si applicherà a tutti i 27 Stati membri UE a decorrere dal 25 maggio 2018. Ottenere le competenze di privacy specialist rappresenta un valido strumento ai fini della verifica del possesso di un livello minimo di conoscenza della disciplina, come previsto dal Regolamento. 

Contenuti e durata moduli:

Il corso prevede 60 ore di formazione per i seguenti contenuti:

Principi generali

Ambiti di applicazione della norma

Definizioni

Liceità del trattamento

Categorie particolari di dati (sensibili e giudiziari)

Informativa e consenso

Diritti dell’interessato

Diritto all’oblio

Diritto alla portabilità dei dati

Privacy by design

Privacy by default

Titolare del trattamento | obblighi e responsabilità

Responsabile del trattamento

Incaricato al trattamento

Documentazione obbligatoria: il principio dell’accountability (Registro del trattamento)

Sicurezza dei dati e necessità di misure adeguate

Data Breach | Violazione dei dati personali

Data Protection Impact Assessment (DPIA)

Prior Check

Certificazione Privacy

Codice di condotta

Trasferimenti dati all’estero e condizioni di adeguatezza

Sanzioni

Tutele e danno risarcibile

Autorità di controllo (Garanti Privacy) | competenza

One stop shop e cooperazione fra DPA

EDPB

Comitato Europeo protezione dei dati

Le Linee Guida/opinion del WP29 | EDPB

Commissione Europea

Il diritto privacy nazionale – rapporti con il GDPR

Amministratori di Sistema & Log

Marketing, attività di Web Marketing, operazioni a premi, web, Fidelity Card

Cookie policy (2002/58/EC - Directive on privacy and electronic communications)

E-Regulation | Nuove prospettive

WP 29 e linee guida sulle app

Biometria e firma grafometrica

Utilizzo di posta elettronica e web sul posto di lavoro

Trattamenti dati del personale di lavoratori

Controlli sul lavoro e Tecnologie | Riserva di legge

Cenni sul diritto sindacale e accordi ai sensi della Legge 300/70 art. 4 Jobs Act

Come predisporre un accordo sindacale | esercitazione

Il trattamento dei dati in ambito sanitario

Dossier Sanitario Elettronico

Guidelines WP 29 su applicazione GDPR

Case History: DPO. La nuova norma nazionale sulla privacy

Sistemi informatici integrati e misure di sicurezza (il potere dell’informatica)

Sicurezza del trattamento dati

La Legge 231/01 e i reati informatici

Whistleblowing e segnalazioni all’Organismo di Vigilanza

Integrazione Modello Organizzativo 231 e Modello Privacy

La circolazione dei dati nelle società multinazionali

Privacy comparata: i “tool” di analisi delle normative privacy internazionali

Integrazione degli adempimenti privacy con il sistema qualità

L’attività di audit secondo la norma ISO 19011 applicata alla Privacy

Caso pratico di un’attività di audit

Il ruolo dello schema privacy ai sensi dell’art. 42 del GDPR

 

Metodologia e materiale didattico:

Aula. Lezione frontale. Attività di gruppo. Discussione e confronto. Esercitazioni.

Al termine verrà rilasciata una documentazione completa in forma cartacea e di CD-Rom con i contenuti del corso e la normativa di riferimento.

 

Durata complessiva del corso e calendario di riferimento:

Il corso ha una durata complessiva di 60 ore, tra parte teorica e parte di esercitazioni di gruppo.

Si svolgerà a partire del mese di luglio-settembre 2018 previe adesioni.

 

Numero partecipanti previsti

Il numero minimo di partecipanti è pari a 5, mentre il numero massimo è pari a 20 per ogni edizione.

 

Attestato di partecipazione

L’attestato di partecipazione verrà rilasciato dalla struttura solo dopo aver effettuato almeno 80% delle ore previste e successivamente validato dall’Ente Certificatore secondo quanto previsto dalla norma europea UNI 11697:2017

 

Costo

Il costo per tale corso è pari a € 1.800,00 + IVA. Il pagamento dovrà avvenire tramite bonifico bancario o assegno bancario.

 

 

 

 

 

 

 

 

CORSO DI FORMAZIONE PRIVACY SPECIALIST

 

Destinatari:

 

Il corso è rivolto a Referenti privacy (dipendenti o consulenti) che si occupano dell’applicazione della norma Privacy nelle aziende, Liberi Professionisti, Consulenti d’azienda, Compliance Officer, Legali d’impresa

 

Obiettivi:

Il Corso di PRIVACY SPECIALIST, ha l’obiettivo di formare i consulenti e i referenti Privacy delle aziende nel settore pubblico e privato che intendono specializzarsi e ricoprire in futuro il ruolo di privacy specialist (specialista della privacy). Il privacy specialist cura la corretta attuazione del trattamento dei dati personali e svolge attività operative che si rendono progressivamente necessarie durante tutto il ciclo di vita di un trattamento di dati personali collaborando con la figura manageriale (quale ad esempio il manager privacy competente). Tale nuova figura ha assunto una particolare rilevanza alla luce dell’approvazione del Regolamento Europeo sulla protezione dei dati che uniforma la legislazione Privacy nei 27 stati membri UE. Il Regolamento sulla Data Protection, entrato in vigore il 25 maggio 2016 si applicherà a tutti i 27 Stati membri UE a decorrere dal 25 maggio 2018. Ottenere le competenze di privacy specialist rappresenta un valido strumento ai fini della verifica del possesso di un livello minimo di conoscenza della disciplina, come previsto dal Regolamento. 

Contenuti e durata moduli:

Il corso prevede 24 ore di formazione per i seguenti contenuti:

Principi generali

Ambiti di applicazione della norma

Definizioni

Liceità del trattamento

Categorie particolari di dati (sensibili e giudiziari)

Informativa e consenso

Diritti dell’interessato

Diritto all’oblio

Diritto alla portabilità dei dati

Privacy by design

Privacy by default

Titolare del trattamento | obblighi e responsabilità

Responsabile del trattamento

Incaricato al trattamento

Documentazione obbligatoria: il principio dell’accountability (Registro del trattamento)

Sicurezza dei dati e necessità di misure adeguate

Data Breach | Violazione dei dati personali

Data Protection Impact Assessment (DPIA)

Prior Check

Certificazione Privacy

Codice di condotta

Trasferimenti dati all’estero e condizioni di adeguatezza

Sanzioni

Tutele e danno risarcibile

Autorità di controllo (Garanti Privacy) | competenza

One stop shop e cooperazione fra DPA

EDPB

Comitato Europeo protezione dei dati

Le Linee Guida/opinion del WP29 | EDPB

Commissione Europea

Il diritto privacy nazionale – rapporti con il GDPR

 

Metodologia e materiale didattico:

Aula. Lezione frontale. Attività di gruppo. Discussione e confronto. Esercitazioni.

Al termine verrà rilasciata una documentazione completa in forma cartacea e di CD-Rom con i contenuti del corso e la normativa di riferimento.

 

Durata complessiva del corso e calendario di riferimento:

Il corso ha una durata complessiva di 24 ore, tra parte teorica e parte di esercitazioni di gruppo.

Si svolgerà a partire del mese di novembre 2018 previe adesioni.

 

Numero partecipanti previsti

Il numero minimo di partecipanti è pari a 5, mentre il numero massimo è pari a 20 per ogni edizione.

 

Attestato di partecipazione

L’attestato di partecipazione verrà rilasciato dalla struttura solo dopo aver effettuato almeno 80% delle ore previste e successivamente validato dall’Ente Certificatore secondo quanto previsto dalla norma europea UNI 11697:2017

 

Costo

Il costo per tale corso è pari a € 1.500,00 + IVA. Il pagamento dovrà avvenire tramite bonifico bancario o assegno bancario.

 

 

 

 

 

 

 

  

Novità

Nuovo progetto

Siamo in fase di brainstorming...

a breve comunicheremo i nostri progetti per voi!

Stampa Stampa | Mappa del sito
© OTHER FORMAZIONE - sede operativa: viale stazione 3- 73042 Casarano -Partita IVA: 04501240750